Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby
Tino Franco


Grosseto, Italia

Tino Franco


Filmografia dal 2000:
2020 » doc Negri. Sport in the U.S.A.: Produttore Esecutivo
2019 » doc Il Giro dell'Horror: partecipazione
2017 » doc 65 volte Anac: regia, soggetto, sceneggiatura, montaggio, fotografia, Riprese
2001 » corto Space Off: regia, sceneggiatura, sceneggiatura, produttore, Produttore Esecutivo

Biografia:
Tino Franco nasce a Grosseto nel 1965. Dal 1989 inizia un apprendistato nell'ambito della pubblicità collaborando con Filmmaster
per la quale realizza più di 20 "back stage" di spot.
Proponendosi come filmmaker, lavora sia come aiuto regista che come cameraman sviluppando un proprio stile di ripresa che si rivela nel 1992 in occasione della 49° Mostra Internazionale del Cinema di Venezia dove riceve apprezzamenti per le sequenze in Super 8
all'interno del film "Volevamo Essere gli U2" di A. Barzini.
L' anno successivo è di nuovo al Festival di Venezia in occasione della 50° Mostra Internazionale del Cinema, questa volta però in qualità di produttore esecutivo del cortometraggio "La Memoria Permessa" diretto da P.P. Gandini, e che verrà poi premiato con il premio Miglior Cortometraggio Italiano AIACE - CIC al Festival Giovani di Torino.
Nel 1994 collabora con Alessandro D'Alatri alla preparazione del film "Senza Pelle" documentando in video il lavoro della comunità Maieusis. Nel 1995 viene chiamato a Londra da MTV Europe con il compito di ideare e realizzare con Paolo Caredda alcuni promo di canale per il lancio di MTV in Italia.
Tornato in Italia continua a lavorare per MTV Italia per la quale realizza sempre con Paolo Caredda lo spot “Anti-piracy” e si avvicina al documentario cominciando da quello destinato alla comunicazione industriale, come quelli per "Renault" prodotti da Eta Beta;
poi si confronta con il documentario d'arte come quello sul "Restauro della Fontana del Tritone del Bernini"; per finire su quello naturalistico "Tra Uomo e Natura" sul Parco Nazionale d'Abruzzo prodotti da SD Cinematografica.
Nel 1997 per realizzare la clip introduttiva del videogioco di motoccross "X.T.M." filma un campione di corse in azione che verrà poi inserito in una scenografia virtuale.
Inizia una collaborazione con Studio Universal per la quale realizza alcuni promo di canale tra i quali "Making Universal Logo", selezionato al PROMAX di Berlino.
Da sempre affascinato dalle potenzialità espressive delle nuove tecnologie nel 2000 fonda "Nel blu, dipinto di blu" un teatro di posa attrezzato con blue-screen adatto alla ripresa di attori, da comporre digitalmente con scenografie virtuali. Questo diventa subito il luogo di riferimento di un gruppo di designers sotto i marchi 21st Century Design, Mekkanografici e Mad Pot Film Design Studio che vogliono esplorare la narrazione cinematografica sperimentando nuovi linguaggi visivi.
Il primo cortometraggio realizzato è "Una Serata con il Dott. Hoffmann" di Thorsten Kirchhoff, selezionato all’ultima edizione del Festival Giovani di Torino.
"SPACE OFF" è la seconda produzione interamente realizzata in questo teatro ed è il primo cortometraggio prodotto, scritto e diretto da Tino Franco.
(ultima modifica: 15/11/2013)