CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

Cercando Sophia


Regia: Roberto Olla, Danila Satta
Anno di produzione: 2004
Durata: 52’ - 85’
Tipologia: documentario
Genere: arte/biografico
Paese: Italia
Produzione: Felix Film, Rai Trade, Surf Film, Rai Uno, ZDF, Avro; in collaborazione con Rai Teche, Rai TV
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di ripresa: Digital Betacam
Formato di proiezione: colore e bianco/nero
Vendite Estere: Rai Trade
Titolo originale: Cercando Sophia
Altri titoli: Looking for Sophia

Sinossi: Sofia Scicolone – Sofia Lazzaro (per i fotoromanzi) – Sophia Loren (col ph al posto della "f") Ci sono tre donne in Sophia, tre nello stesso tempo.
Chi è Sophia? Chi è veramente? È un’eroina, secondo quanto ha scritto di lei Anthony Burgess.
C’è un segreto su Sophia. Sophia stessa racchiude un segreto. Lei sa di cosa si sta parlando: Sophia è un’icona, un simbolo del secolo scorso capace di affascinarci ancora.
Sophia è un’amica che ci accompagna nel nostro viaggio attraverso gli eventi della storia.
Sophia è nello stesso tempo amante, moglie e madre.
“Piuttosto che un’attrice, Sophia è un monumento: un monumento al sesso” ha scritto di lei il New York Times. Sophia è l’amante perfetta.
Sophia ha affrontato tutto ciò che le si è rivoltato contro, ha sopportato ogni sforzo possibile, e talvolta impossibile, per sposare Carlo Ponti: accuse di bigamia, il sofferto divorzio di Carlo Ponti, il viaggio in Messico, la cittadinanza francese, ogni tipo di sforzo pur di essere una moglie. Sophia voleva essere una moglie. Sophia è sempre determinata ad essere una moglie, una perfetta moglie. Sophia voleva una normale, regolare famiglia: l’ha ottenuta. Nel regno delle star folli e eccitate, nel paese del cinema, lei ha ottenuto una normale famiglia, una famiglia diversa, molto diversa, da quella in cui è nata: suo padre non ha mai sposato sua madre, ha avuto altre due storie, molti altri figli, ma mai una famiglia normale.
Nella sua infanzia, Sophia ha affrontato la guerra (la Campagna d’Italia contro i fascisti e i nazisti), ha affrontato la fame, una lunga e dura fame, ha affrontato la povertà: la stessa povertà che mezza Europa ha affrontato durante e dopo la seconda guerra mondiale. Sulla sua infanzia e sulla sua giovinezza potrebbe essere sufficiente dire che ha vissuto a Pozzuoli, tra i vapori sulfurei causati dal Vesuvio: la strada in cui viveva si chiama via Solfatara, strada dei vapori vulcanici.
Sophia ha affrontato la prigione: 19 giorni in cella, lei, una star, in cella come un bandito, in un carcere italiano come una ladra. Possiamo dire: Sophia è un mistero da scoprire, un segreto che dobbiamo conoscere. Sophia è l’anima di un secolo e il corpo di un sogno.
Quanto dobbiamo conoscere di Sophia?
Sophia e il cibo: una relazione particolare. Sophia ama la cucina, ama cucinare, ha scritto un libro di cucina, molte ricette mediterranee. E, di nuovo, i buoni piatti vanno d’accordo con le amanti, con le mogli, con le madri.
Denis De Rougemont ha scritto che il secolo scorso ha unito assieme i matrimoni e le avventure sessuali: le mogli e le amanti. Secondo Denis De Rougemont, il novecento ha preteso che l’amore vivesse dentro il matrimonio, e non fuori o spesso contro il matrimonio, come nella storia di Giulietta e Romeo o di Tristano e Isotta. Amore e matrimonio, matrimonio per amore: amore, sesso e matrimonio assieme è la legge che abbiamo ereditato dal secolo scorso. La legge di Sophia.
Sophia è un sentimento che attraversa la storia, sì, innanzitutto è un sentimento.
Dopo, e solo dopo, è anche un’attrice, una star di Hollywood, una star europea.

"Cercando Sophia" è stato sostenuto da:
Programma Media Unione Europea


Video


Foto

Notizie