Sudestival 2020
I Viaggi Di Roby

COLONNA SONORA di La Febbre del Fare, Bologna 1945-80


Data di Uscita: non disp.
Autore: Nicola Bagnoli, Sandra Reggiani, Skiantos, Area
Etichetta:
Numero Tracce: 18
Titoli Tracce:
MUSICHE ORIGINALI composte ed eseguite da Nicola Bagnoli
1. “Il bolognese”
2. “Odio mortale”
3. “Valzer di Giuseppe Dozza”
4. “Befana 46”
5. “Inverno del ‘45”
6. “Mambo edilizio”
7. “Fare bene fare subito”
8. “Funerale di Stato”
9. “Via del Borgo”
10. “Il bilancio”
11. “Banda Bologna”
12. “La Febbre del Fare”
ALTRE MUSICHE
13. “Eptadone”, Skiantos per concessione L’Atlantide
14. “L’internazionale”, Area per concessione Cramps Records
15. “Cara moglie” per concessione edizioni il Manifesto
16. “Me ne vado da Bologna”, Remo Remotti per concessione dell’autore
17.“Doman l’č festa” tradizionale
18. “Bandiera Rossa” tradizionale

Note:
L’utilizzo della musica all’interno del film documentario č il frutto di una serie di scelte compiute in un complicato processo creativo che č durato svariati mesi. Il montaggio č stata la fase lavorativa nella quale ci siamo, a piů riprese, confrontati con le scelte musicali.
Da un lato ci sono i brani composti da Nicola Bagnoli e Sandra Reggiani, spesso suggeriti da frammenti di scene montate, brani che attraversando la tradizione musicale dei canti politici e delle ballate popolari cercano slanci interpretativi originali. Brani che contribuiscono a leggere il “visivo” a volte in chiave ironica ed altre in chiave lirico-poetica. Dall’altra parte, ci sono delle specifiche scelte verso gruppi musicali che incarnano l’atmosfera del rinnovamento creativo-artistico vissuto a Bologna nella breve e folgorante stagione del ’77. Gli Area e gli Skiantos, con il loro evergreen Freak Antoni, offrono al film atmosfere musicali palpitanti di energia, bassi “sbragati”, chitarre psicadeliche e cattive digestioni per coloro che ascoltano di buon grado solo un quartetto d’archi.
La musica del movimento, della politica, dell’ingenua passione per il reale, delle masse e degli slanci ideali. La musica che chiede un uomo nuovo e che fa sudare in uno scantinato tutti coloro che non vogliono svegliarsi all’insegna della banalitŕ.

Video