OFF - Ortigia Film festival
I viaggi di Roby
locandina di "Il Conte di Melissa"

Cast

Interpreti:
John D'Aquino (Conte di Melissa)
Lorenzo Flaherty (Luigi)
Tony Santagata (Patanè)
Maria Rosaria Virgili (Michele)
Franco Interlenghi (Il Prete)
Nadia Rinaldi (La Zingara)
Francesca Rettondini (Rosa)
Nancy Gorgone (Rosaria)
Salvatore Bonavena (Giacinto)
Amedeo Goria (L'Eremita)
Marcello Arnone (Pietro)
Ottaviano Dell’Acqua (Il Banditore)
Maria Panebianco (Una Contadina)
Vincenzo Monti (Carmine)
Max Parodi (Nicodemo)
Carla Boni (Opimia)
Claudia Trieste (Mara)
Germano Benincaso (Giuseppe)
Pietro Fornaciari (Matteo)
Beatrice Murano (Maria)

Soggetto:
Cataldo Amoruso

Sceneggiatura:
Maurizio Anania
Riccardo Ghione

Musiche:
Marco Werba

Montaggio:
Francesco Malvestito

Costumi:
Giancarlo Colis

Scenografia:
Giuseppe Grasso

Fotografia:
Silvano Tessicini

Suono:
Luciano Muratori (Presa Diretta)

Produttore:
Massimo Anania
Maurizio Anania

Il Conte di Melissa


Regia: Maurizio Anania
Anno di produzione: 2001
Durata: 129'
Tipologia: lungometraggio
Genere: drammatico/storico
Paese: Italia
Produzione: Dafne Cinematografica
Distributore: Dafne Cinematografica
Data di uscita: 09/03/2001
Formato di ripresa: 35 mm
Formato di proiezione: 35 mm, colore
Titolo originale: Il Conte di Melissa
Altri titoli: The Count of Melissa

Sinossi: Il due aprile 1608, nel castello di Strongoli si spegneva all'età di 63 anni, il conte Gian Battista Campitello.
Il feudo fu diviso tra i suoi quattro figli.
Il Castello di Strongoli fu assegnato ad Annibale, che rimase ad abitarlo insieme alla sorella Giovanna.
Il feudo di Casabona andò in dote a Pompeo; il castello di Melissa con tutto il territorio circoscritto fu annesso a Francesco.
Il 22 Agosto dello stesso anno, Francesco con la sua corte, raggiunse Melissa.
Il paese era in festa, canti e balli popolari davano il benvenuto al nuovo padrone.
Francesco Campitello era felice di vedere tanta gente venuta apposta ad acclamarlo, fra tante timide donne rimase particolarmente colpito da Eleonora, una ragazza bellissima, la quale, sentendosi insistentemente osservata dal conte si nascose dietro i familiari.
Il conte chiese subito notizie della fanciulla a Patanè suo cugino fidato, che conosceva bene i luoghi e le persone di quella zona; da lui apprese che la fanciulla era prossima alle nozze con un tal Luigi Vulcano.
Il conte, innamorato della ragazza, decise dapprima di rispettarla affinché lei stessa potesse concedersi liberamente, ma poi ripristinò l’antica usanza dello "jus primae noctis" pur di possederla. A quella notte d’amore per forza risalgono infiniti lutti: Eleonora, rimasta incinta, nascose la figlia Marianna facendola passare per un bambino; il conte accrebbe i suoi soprusi sulla popolazione fino a suscitare la rivolta popolare; Marianna rischiò a sua volta il peggio. Il sogno del Conte di Melissa affondò nella più cupa tragedia.

Ambientazione: Melissa / Santa Severina / San Giovanni in Fiore / Cirò Marina / Cirò / Umbriatico

Libro sul film "Il Conte di Melissa":
"Il Conte di Melissa"
di Cataldo Amoruso, Calabria Letteraria, collana Narrativa, 2000


Video


Foto

Notizie