OFF - Ortigia Film Festival
I Viaggi Di Roby
locandina di "La Banda Grossi"

Cast

Interpreti:
Paolo Ricci
Camillo Marcello Ciorciaro (Terenzio Grossi)
Gianluca Vannucci

Soggetto:
Claudio Ripalti

Sceneggiatura:
Claudio Ripalti

Musiche:
Enrico Ripalti
Italia Cipriani

Montaggio:
Gazsi Caspar

Costumi:
Daniela Cancellieri

Fotografia:
Claudio Ripalti

Suono:
Michele Conti

Casting:
Elena Cancellieri

Produttore:
Enrico Ripalti

Produzione esecutiva:
Matteo Rago

Produzione esecutiva:
Mario Diodati

Produzione associata:
Lorenzo Carloni

Produzione associata:
Simon Phillips

Produzione associata:
Mike Whelan

Produzione associata:
Francesco Geri

Produzione associata:
Thomas Wipf

Produzione associata:
Georgia Negri

Produzione associata:
Marco Ippoliti

Produzione associata:
Matteo Borgogelli Ottavi

Production design:
Sandro Seri

Make Up:
Elisa Ubaldi

Riprese:
Francesco Conti (II)

Riprese:
Alessio Bucefalo

Location manager:
Marco Genga

La Banda Grossi


Regia: Claudio Ripalti
Anno di produzione: 2018
Durata: n.d.
Tipologia: lungometraggio
Genere: avventura/western
Paese: Italia
Produzione: Cinestudio
Distributore: Effe Cinematografica
Data di uscita: 20/09/2018
Formato di ripresa: Full HD
Camera: Sony XAVCS 100Mb/sec fullHD 1920x1080 con frame rate variabile da 25fps a 50fps; F
Formato di proiezione: PAL Quicktime MOV H264 2Mb/sec fullHD 1920x1080 con frame rate 25fps
Titolo originale: La Banda Grossi
Altri titoli: The Grossi Gang

Sinossi: Nelle Marche del 1860, all’alba dello Stato Italiano e delle sue stringenti leggi, un bracciante nullatenente di nome Terenzio Grossi raduna una banda di fuorilegge che, con la complicità di un popolo stanco ed affamato, proverà a sovvertire la nuova autorità. In due anni di grassazioni, violenze ed omicidi ai danni dei potenti e borghesi, i briganti conosceranno il trionfo e la fortuna di fronte ad una forza pubblica impotente, inadeguata e vigliacca.
Ma c’è un soldato che si batte sul campo di battaglia senza codardia e viltà, è un Brigadiere dei Carabinieri Reali ed è determinato a portare a termine il suo incarico: catturare Terenzio Grossi e la sua banda di delinquenti. Retto e incorruttibile, dovrà fare i conti con la sua coscienza di fronte alla povera realtà del proletariato marchigiano e quando la legge scenderà al compromesso per porre fine al crimine, verrà messa alla prova la sua integrità.

Ambientazione: Provincia di Pesaro e Urbino

"La Banda Grossi" è stato sostenuto da:
MIBACT: 50.000 euro (Film realizzati da giovani autori Under 35)
Fesr POR Marche
Regione Marche (Fondi POR-FESR 2014-2020)
Marche Film Commission
Fondazione Marche Cultura


Note:
CONTESTO STORICO
All’alba dell’unità politica nazionale, raggiunta nel 1861, la penisola italiana è l’insieme di regni diversi per governi, cultura, ideali, lingua e ordinamenti giuridici. Il sud Italia è governato dai borbone, dinastia di origine spagnola il cui regno è denominato "delle due Sicilie". Il centro Italia è governato dallo Stato della Chiesa: per tutto il territorio del Lazio, dell’Umbria, delle Marche e delle Romagne vige la legge del Papa, con ordinamento e politica propri. Lo Stato della Chiesa è forte dell’appoggio storico dei francesi che però, nel 1861 con Napoleone III, si coalizzeranno con i nemici del Papa, i Piemontesi. Questi ultimi dominano il nord della penisola guidati dal Re Vittorio Emanuele di Savoia e governano il Regno di Sardegna, comprendente il Piemonte, la Sardegna, la Liguria, la Val d’Aosta e altri territori del nord Italia.


Video


Foto