CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby
locandina di "L'Atlante delle Meraviglie"

Cast


Soggetto:
Monica Manganelli

Sceneggiatura:
Monica Manganelli

Musiche:
Johann Sebastian Bach

Produttore:
Monica Manganelli

Voce Narrante:
Riccardo Ristori

Concept e Video Design:
Monica Manganelli

Supervisione:
Cugeeno Benatti

Direzione Animazione:
Cugeeno Benatti

Motion Graphics Artist:
Cugeeno Benatti

L'Atlante delle Meraviglie


Director: Monica Manganelli
Year of production: 2021
Durata: 15'x 6 episodi
Tipology: cortometraggio
Genres: animazione
Country: Italia
Produzione: Independent R-Evolution Creative Studio
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di proiezione: 2D, colore
Titolo originale: L'Atlante delle Meraviglie
Altri titoli: The Atlas of Wonders

Storyline: A 300 anni dalla creazione dei concerti brandeburghesi, considerati tra i capolavori assoluti nella storia della musica, Johann Sebastian Bach, si racconta in prima persona. Confessa le proprie aspirazioni, passioni, intenti insieme ad aneddoti della propria vita. Rivendicando così che gli atlanti non servono solo per andare da un luogo all'altro, ma servono per trovare il nostro viaggio personale nel mondo, per disegnare una geografia umana ed artistica della propria vita.
Un viaggio immaginifico attraverso le “Wunderkammer” (camere delle meraviglie) del compositore tedesco, in cui i confini tra la musica, le arti figurative e cinematografiche si mescolano fino a sparire.

Sito Web: https://monicamanganelli.net/2021/05/10/the-atl...

Note:
La musica come corda dell'anima. Bach come non lo avete mai sentito e visto, perché è nella MERAVIGLIA che l'anima dell'uomo si rigenera.

2D motion graphics, cut out-collage animazione, compositing-vfx, mattepainting.

L'ATLANTE DELLE MERAVIGLIE è un progetto crossmediale che nasce durante l'emergenza covid, pensato per trovare nuove soluzioni creative di narrazione visiva, musicale e drammaturgica.
Ideato sia per una fruizione digitale cinematografica, sia come videoinstallazione immersiva, in cui il pubblico affronterà un viaggio onirico alla scoperta della vita e arte del compositore Johann Sebastian Bach, grazie all'utilizzo del linguaggio cinematografico e della animazione, che si mescolerà con quello musicale.
La MULTIDISCIPLINARIETA' delle arti è, quindi, il principio su cui si fonda questa produzione.

Lo spettatore verrà coinvolto, infatti, in un epico percorso onirico, che permetterà di fargli vivere una esperienza individuale immersiva a contatto con le arti, risvegliando in lui la voglia di sognare, emozionarsi, identificarsi.

Il progetto globale sarà composto di sei parti/episodi, in cui mondi virtuali (ognuno è una WUNDERKAMMER) si animeranno, su brani di musica classica di Johann Sebastian Bach: i Sei concerti Brandeburghesi. Questi rappresentano una raccolta delle passioni, e delle avventure umane del compositore tedesco, con cui ha dipinto la propria “geografia” sia personale, oltre che musicale-artistica.
Questo film-corto è il primo, e ognuno dei singoli cortometraggi può essere fruito sia singolarmente che nella sua interezza, creando un lungometraggio, composto da 5 segmenti.

Il titolo pone l'accento su due parole che lo identificano direttamente:

- ATLANTE, richiama il tema del viaggio, in quanto il pubblico affronterà una esperienza legata alle arti, un viaggio alla scoperta di un autore come Bach, grazie alla musica e al video. Narratore in prima persona di questa esplorazione sarà proprio Bach stesso (voce fuori campo). Rivendicando così che gli atlanti non servono solo per andare da un luogo all'altro, ma servono per trovare il nostro viaggio personale nel mondo, per disegnare una geografia della propria vita.

- MERAVIGLIE, richiama il periodo storico in cui sono stati scritti i Concerti Brandeburghesi, ovvero il Barocco. Una epoca che per eccellenza ha nel fantastico, la sua peculiarità, in cui il concetto di meraviglia è particolarmente legato allo stupore che la fantasia può suscitare in tutte le sue forme.
Per i filosofi la meraviglia è necessaria, poiché genera il “thauma”, cioè il “colpo” che provi nel percepire lo stupore che provi nell’andare oltre, che spinge l’uomo ad interrogarsi e a voler conoscere l’eccezionale. E' quindi legato a questo sentimento di scoperta e risveglio emotivo che cercheremo di coinvolgere lo spettatore.


  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto