Festival Internazionale della Cinematografia Sociale \
!X

Le Figlie di Mami Wata


Regia: Giuseppe Carrisi
Anno di produzione: 2012
Durata: 65'
Tipologia: documentario
Genere: docufiction/sociale
Paese: Italia
Produzione: Butterfly Cinematografica, La Conchiglia di Santiago
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di proiezione: DV, colore
Titolo originale: Le Figlie di Mami Wata
Altri titoli: The Mami Wata's Daughters

Sinossi: Racconta il fenomeno del traffico di ragazze nigeriane dal loro Paese in Italia a scopo di sfruttamento sessuale. Nel film, ambientato a Benin City, definita la "fabbrica italiana di prostitute" e in diverse realt italiane dove le vittime finiscono sulla strada, si intrecciano diverse circostanze.
La povert del paese africano, la condizione della donna, il mondo dei trafficanti di esseri umani e delle "maman", i riti voodoo; ed ancora, i viaggi di queste ragazze attraverso il deserto del Sahara sulle stesse rotte dei migranti economici, le soste nelle oasi del Niger, le carceri libiche, le traversate sui barconi fino a Lampedusa fino alle condizioni di assoluto sfruttamento a cui devono sottostare una volta arrivate in Italia.
Il film arricchito dalle testimonianze di Isoke, una ragazza nigeriane, che riuscita a liberarsi dai suoi aguzzini, e Claudio un suo ex "cliente", divenuto un paladino della lotta allo sfruttamento sessuale delle donne.

Ambientazione: Benin City (Nigeria) / Italia

Periodo delle riprese: 2011

"Le Figlie di Mami Wata" stato sostenuto da:
Mater Africa per la Coop. Internaz. ets
Associazione Progetto La Ragazza di Benin City


  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto

Notizie