-D30
I Viaggi di Robi

Mostra di Venezia 2008: Conferenza Stampa "Puccini e La Fanciulla"


Mostra di Venezia 2008: Conferenza Stampa
Alla conferenza stampa di presentazione del film "Puccini e la Fanciulla" i registi Benvenuti e Baroni hanno risposto alle contestazioni degli ultimi giorni, sorte in merito alla sceneggiatura della pellicola da parte dei discendenti pucciniani. Se fino ad oggi lattenzione dei media era incentrata sulleccezionale ritrovamento di documenti inediti e sulla riscrittura di una pagina finora sconosciuta della vita di Giacomo Puccini, finalmente alla Biennale Cinema si parlato del film. Il nostro hanno dichiarato nel corso della conferenza stampa di presentazione Paolo Benvenuti e Paola Baroni un film sulla vita di Doria Manfredi, cameriera di casa Puccini, nata e morta suicida a Torre del Lago nel 1909, che restituisce i suoni e i colori del Lago agli inizi del secolo. Per la parte visiva, abbiamo fatto una ricerca sui macchiaioli della zona di fine Ottocento, per la maggior parte amici di Puccini, in particolare sul pittore Fanelli. Per i suoni ci siamo avvalsi della collaborazione di Mirko Mencacci che ha svolto un progetto di design sonoro. Quello che ho cercato di fare ha aggiunto Mencacci in conferenza stampa stato scavare al di sotto dei suoni della modernit, delle auto, delle fabbriche, per ritrovare i suoni dei primi del Novecento e trasporli nel film, scena dopo scena. Un film sottolinea Benvenuti, nato da un lavoro di ricerca durato 7 anni svolto con gli studenti della scuola Intolerance di Viareggio che hanno collaborato al film trasformando il set in una sorta di laboratorio.
Importante, per la realizzazione del film, il ruolo delle istituzioni: senza il supporto della Fondazione Festival Pucciniano hanno sottolineato i registi - di Mediateca Regionale Toscana Film Commission e il loro lavoro sinergico con Regione Toscana e Ministero delle Attivit Culturali, questo film non sarebbe mai stato fatto. Unopportunit che non potevamo perdere aggiunge Di Tullio, presidente di Mediateca di riportare alla luce un tassello della storia di uno dei pi grandi musicisti di tutti i tempi e, il fatto che il film di Benvenuti apre un nuovo capitolo nella storia del cinema mondiale, in quanto siamo di fronte ad un apparente paradosso: un linguaggio cinematografico senza lingua.
A coadiuvare un film interamente senza dialoghi, vi stata in effetti una ricerca anche sulla musica popolare toscana con la collaborazione dellIstituto De Martino di Sesto Fiorentino e Allesandra Bencist di Toscana Folk, che ha portato allinserimento nel film di canzoni popolari di rara importanza storica, afferma Paola Baroni.
"Il nostro comune tutto afferma Carlo Bigongiari, assessore alle attivit produttive del Comune di Massarosa - grato a Benvenuti per il bellissimo e documentatissimo film che ha realizzato, arricchendo inoltre i luoghi pi amati dal Maestro con il recupero e il restauro del navicello che Puccini utilizzava per i suoi spostamenti da una riva allaltra del lago di Massaciuccoli: limbarcazione ora a disposizione dei turisti per condurli in un viaggio tra i chiari del lago, luoghi a cui il maestro rimase sempre legato.

01/09/2008, 18:11