I viaggi di Roby

La storia di un amore proibito in "Cosa
Voglio di Più" di Silvio Soldini


La storia di un amore proibito in
La terza ed ultima anteprima italiana alla 60. edizione della Berlinale, dopo “Due Vite Per Caso” di Aronadio e “Mine Vaganti” di Ozpetek, è il nuovo film di Silvio Soldini “Cosa Voglio Di Più”, inserito nella sezione Berlinale Special.

Dopo oltre 15 anni, Soldini torna a girare un film nella sua Milano, che viene presentata negli aspetti più ordinari ed anonimi di una metropoli qualsiasi, da risultare irriconoscibile. Al centro l'ordinarietà di coppie quantantenni, alle prese con una vita che richiede molto impegno e riserva poche sorprese.

Anna (Alba Rohrwacher) convive con il suo Alessio (Giuseppe Battiston), un uomo molto rassicurante con cui ha appena deciso di avere un bambino, quando all'improvviso viene travolta dalla passione per Domenico (Pierfrancesco Favino), un ardente operaio calabrese che per la prima volta inietta nella sua vita il desiderio.

La storia tra Anna e Domenico andrà avanti tra sensi di colpa e sesso consumato clandestinamente. Alessio sembra non accorgersi di niente, mentre Miriam (Teresa Saponangelo), la moglie con cui Domenico ha due figli, si rende quasi subito conto delle misteriose assenze prolungate e mette il marito alle strette.

Sullo sfondo le difficoltà economiche e gli impegni familiari che rendono difficile qualsiasi scelta superi le certezze del presente, ad indicare che innamorarsi e poter vivere una storia d'amore fino in fondo è una condizione non sempre scontata.

Oltre ai due protagonisti, da segnalare la splendida interpretazione di Giuseppe Battiston, che con grande credibilità riesce a recitare la parte del fidanzato paziente e comprensivo che non perde mai la calma.

15/02/2010, 20:31

Daniele Baroncelli