I Viaggi Di Roby

Valerio Jalongo: "in La Scuola Finita ho
cercato di raccontare il mondo a cui appartiene
circa il 70% degli alunni italiani"


Valerio Jalongo:
"Con questo film ho cercato di raccontare il mondo a cui appartiene circa il 70% degli alunni italiani, quelli che non vanno al liceo e che vivono situazioni di degrado assoluto". Parola di Valerio Jalongo, regista de La Scuola Finita, in concorso al Festival Internazionale del Film di Roma, intervenuto in occasione della conferenza stampa di presentazione. Prima di essere un autore cinematografico,Valerio Jalongo docente liceale e questo suo ultimo lavoro frutto di una gestazione durata tre anni: "Girando molte ore ed entrando in contatto con i ragazzi, mi sono accorto della noia e dell'insoddisfazione che provano verso un'istituzione che ha perso totalmente il proprio valore, spesso incapace di stimolarli e di far fuoriuscire vocazioni e talenti". La colpa del degrado del mondo della scuola, non sarebbe dunque da attribuire totalmente agli alunni e secondo Vincenzo Amato, nel film un professore disamorato della propria professione "in questi casi come assistere ad uno spettacolo fatto male, in cui i ragazzi sono spettatori incolpevoli che assistono ad una brutta messa in scena, che non lascia loro niente".

Tutt'altro tipo di insegnante Daria, interpretata da Valeria Golino:< Per lei provo simpatia e tenerezza, perch sarebbe una brava insegnante, se non si trovasse a vivere come donna una vita alla deriva. Sbaglia l'approccio con il suo alunno per fragilit, instaura un rapporto ambiguo ma lo fa in totale buona fede>. Da professore e grazie alla formazione nel documentario, Jalongo riuscito a tratteggiare con il personaggio di Alex una dimensione di diffusa mancanza di felicit, riconosciuta come verosimile proprio da Fulvio Forti, il giovane attore che ne interpreta il ruolo: "Ci sono tante assonanze tra la mia vita e quella di Alex perch io stesso appartengo a quella generazione di ragazzi che non vengono ascoltati veramente dai propri insegnanti, che si fermano a giudicare solo gli apparenti atteggiamenti senza avere il coraggio di scavare nelle giovani vite".

29/10/2010, 14:54

Antonio Capellupo