Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

Antonietta De Lillo a Napoli per due giorni di cinema e cultura


Antonietta De Lillo a Napoli per due giorni di cinema e cultura
Antonietta De Lillo
Il 26 marzo 2015 "Il Resto di Niente" di Antonietta De Lillo sarà proiettato per studenti e insegnanti al liceo classico statale Adolfo Pansini di Napoli alla presenza della regista. Il film è liberamente ispirato all'omonimo romanzo di Enzo Striano ed è stato presentato come evento speciale alla 61° Mostra Internazionale del Cinema di Venezia.
A 10 anni dall'uscita in sala del film, l'evento a Napoli del 26 marzo potrebbe essere l'occasione per iniziare un percorso nelle scuole campane, e non solo, e per ridare visibilità a quest'opera resistente con una nuova uscita nelle sale.

Il 27 marzo "Let's Go" l’ultimo film documentario di Antonietta De Lillo sarà proiettato in anteprima nazionale alle 21,00 al cinema Astra di via Mezzocannone, nell’ambito di "Astradoc – Viaggio nel Cinema del Reale" rassegna a cura di Arci Movie e Parallelo 41 con Università degli Studi di Napoli Federico II e COINOR, che dal 2009 offre uno sguardo sul cinema documentario di creazione capace di affrontare le più importanti tematiche della nostra contemporaneità
Il film, con il montaggio di Giogiò Franchini e le musiche di Daniele Sepe, è prodotto da marechiarofilm in collaborazione con Rai Cinema. E' stato presentato al 32° Torino Film Festival e in primavera inizierà il suo tour nelle sale.

"Let's Go" è la storia di Luca Musella, fotografo, operatore, scrittore, oggi esodato professionalmente ed emotivamente.
Il protagonista ripercorre la propria vita in un testo-lettera da lui scritto e un viaggio reale e ideale attraverso l'Italia, da Napoli, sua città natale, a Milano, il luogo della sua nuova esistenza.
Le immagini e le parole si confrontano continuamente con il testo della lettera, in un linguaggio in bilico tra l'immediatezza del racconto e la riflessione della parola scritta.
Luca Musella, insieme alle persone che popolano il suo mondo, diventa portavoce di una condizione universale, specchio del nostro Pese nell'era della crisi ma soprattutto emblema di una sensibilità letteraria in grado di leggere al di là del reale per suggerire possibili antidoti.

"Il lavoro non nasce tanto dalla volontà di raccontare la "caduta" di Luca" - afferma la regista Antonietta De Lillo - "quanto dal desiderio di mostrare l'incapacità della collettività di sostenere chi è in difficoltà. Le cadute fanno parte della vita, siamo noi a essere diventati troppo fragili per accettarle. Luca, con il suo temperamento di combattente gentile, ci mostra che è possibile non arrendersi al rancore, rialzarsi e andare avanti. E' una storia che ci riguarda tutti come individui e come collettività".

Prima della proiezione sarà illustrato al pubblico il Progetto FILMaP – Atelier del Cinema del Reale a cura di Arci Movie con il sostegno di Fondazione CON IL SUD e il coordinamento scientifico di Leonardo Di Costanzo con un promo realizzato dal giovane filmmakers Giovanni Bellotti.
Proprio per la scuola di FILMaP – Atelier del Cinema del Reale, la De Lillo terrà nel pomeriggio una masterclass per i giovani partecipanti alla scuola di Ponticelli.

24/03/2015, 15:48