CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

VISIONI ITALIANE 22 - Tutti i vincitori


VISIONI ITALIANE 22 - Tutti i vincitori
Una scena di "Varicella" di Fulvio Risuleo
VISIONI ITALIANE
La giuria composta da Pier Giorgio Bellocchio (attore), Saverio Costanzo (regista), Daniele Furlati (musicista), Alba Rohrwacher (attrice), Davide Turrini (giornalista) per Visioni Italiane, Concorso Nazionale per Corto e Mediometraggi 2016, assegna il Premio al Miglior Film consistente in 1.000€ al film:
VARICELLA di Fulvio Risuleo
perché ci ha convinto la sua solidità registica. Poche inquadrature ma fotografate bene. Utilizzo dello spazio scenico essenziale ed elegante. La recitazione spinta sul filo rischiosissimo della credibilità risulta essere originale e complessa. Un film che riesce, senza fare proclami socio politici dozzinali, ma con il semplice linguaggio del cinema, nell'intento di raccontare il nostro presente.
La giuria attribuisce una menzione speciale a
L'IMPRESA di Davide Labanti
per una prolungata inquadratura finale che possiede tensione e mistero . Un piccolo film dal grande respiro di genere.
Premio alla Migliore Sceneggiatura
Gli allievi di Bottega Finzioni assegnano il premio per la migliore sceneggiatura consistente in un pacchetto di tre consulenze narrative sulla sceneggiatura di un cortometraggio a:
BELLISSIMA di Alessandro Capitani
per aver saputo, in pochi minuti, creare una storia completa con tanti significati e un bel colpo di scena finale. I dialoghi sono brillanti e i personaggi ben caratterizzati
e una Menzione Speciale a
DUE PIEDI SINISTRI di Isabella Salvetti
per il valore dei contenuti racchiusi in pochi minuti e i due colpi di scena consecutivi. Azzeccata anche la scelta del titolo.
Premio per il miglior contributo tecnico
La giuria composta da studenti e docenti della Scuola di Ingegneria ed Architettura dell'Università di Bologna, assegna il premio per il miglior contributo tecnico a
1989 di Francesca Mazzoleni
per la qualità impeccabile delle riprese, del montaggio ed in generale della qualità audio-video. Particolarmente ricche in tal senso la sequenza iniziale è quella finale.
Premio al Migliore Attore
Gli allievi della Scuola di Teatro Alessandra Galante Garrone assegnano il premio al miglior attore a
LUCA DI GIOVANNI per QUANDO A ROMA NEVICA di Andrea Baroni
per la sua interpretazione "chirurgica", di una freddezza mirata, dalla quale emerge il tormento segreto di un'anima macchiata da un opportunismo inconfessabile.
Premio alla Migliore Attrice
Gli allievi della Scuola di Teatro Alessandra Galante Garrone assegnano il premio alla miglior attrice a
JULIE LESGAGES per TOTEMS di Sarah Arnold
per la sua convincente capacità espressiva, drammatica e ironica. La naturalezza dell'interpretazione è rinvenibile anche nei momenti più "paradossali" della vicenda rappresentata.

Premi Kinodromo – I mestieri del Cinema
Sceneggiatura: QUANDO A ROMA NEVICA di Andrea Baroni
Fotografia, ex aequo: 1989 di Francesca Mazzoleni e AGOSTO di Adriano Valeri ed Eva Jospin
Scenografia: QUANDO A ROMA NEVICA di Andrea Baroni
Costumi: TINDER SORPRESA di Riccardo Antonaroli
Trucco: BELLISSIMA di Alessandro Capitani
Sound FX: TOTEMS di Sarah Arnold
Musiche: 1989 di Francesca Mazzoleni
Montaggio: BELLISSIMA di Alessandro Capitani
Effetti speciali visivi: TINDER SORPRESA di Riccardo Antonaroli
Recitazione: BELLISSIMA di Alessandro Capitani

VISIONI DOC
14a edizione
La giuria composta da Francesca Borghetti (autrice e produttrice), Renato De Maria (regista), Luca Rosini (regista) si è dichiarata d’accordo all’unanimità sulla grande qualità dei lavori selezionati. I documentari evidenziano varietà di soggetti e di modalità narrative. Rispecchiano la molteplicità e la poliedricità del documentario e testimoniano la grande vitalità del genere. Siamo contenti che ogni regista in concorso sia arrivato a fare vedere il suo film al pubblico. Auguriamo ai selezionati di potere fare un lungo percorso distributivo e speriamo che Visioni Italiane segni un passo in avanti nella vita professionale e artistica di ognuno. La discussione tra i giurati è stata molto intensa e li ha obbligati a scelte molto sofferte. La giuria vorrebbe dare una menzione a tutti ma dovendo scegliere è arrivata a queste decisioni:
MENZIONI SPECIALI a:
NOGOSON di Alberto Segre: lavoro che ha messo d’accordo tutti per la qualità altissima della scrittura visiva, per l’organicità del rapporto tra immagini e contenuti e per le emozioni che trasmette pur non mostrando mai i protagonisti delle storie raccontate.
IL SUCCESSORE di Mattia Epifani: menzione per la struttura narrativa dell’opera. Il film permette di entrare in contatto con la drammatica parabola di un uomo che combatte con i mostri della sua eredità familiare. Un monumento a una redenzione sempre possibile.
NEMICO DELL’ISLAM? UN INCONTRO CON NOURI BOUZID di Stefano Grossi: Menzione per l’abilità di averci offerto un affresco quanto mai attuale delle contradizioni che affronta oggi il mondo islamico. Un’approfondita anatomia dell’opera del regista tunisino Nouri Bouzid che ha messo in gioco la sua vita per affermare un punto di vista libero.
Assegna il premio Visioni Doc/ Doc.it del valore di 1.000€ a:
HAILSTONE’S DANCE di Seyed Ali Jenabian e Ami Pourbarghi
per la forza visiva del racconto e l’approccio al soggetto. I registi offrono al pubblico un tema durissimo, affrontato con grande originalità stilistica, rompendo l’afasia di un regime opprimente e restituendoci con emozione il dramma di un’infanzia perduta.

PREMIO Visioni Doc D.E-R
La giuria D.E-R (Documentaristi Emilia-Romagna) composta da studenti del Dams assegna al miglior documentario in concorso nella categoria Visioni Doc il premio D.E-R che consiste nella diffusione a livello regionale del documentario vincitore attraverso la rassegna Estate Doc 2016, organizzata da D.E-R in collaborazione con l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna a
LA MIA CASA E I MIEI COINQUILINI (Il lungo viaggio di Joyce Lussu) di Marcella Piccinini
per la raffinata ricerca delle fonti, assieme ad un'elevata maturità tecnico-linguistica, il film fa scoprire un personaggio come Joyce Lussu dalla forte personalità sia a livello culturale che storico.

PREMIO SPECIALE VISIONI DOC
Premio Speciale per la Comunicazione Storica e la Documentazione del Presente assegnato dagli studenti del Master di Comunicazione Storica dell’Università di Bologna coordinati dal prof. Mirco Dondi viene attribuito a
IL SUCCESSORE di Mattia Epifani
L'intreccio narrativo si sviluppa a partire da una storia personale e si lega a quella del conflitto bosniaco. Se le immagini di repertorio aprono una finestra sul passato, le testimonianze dei protagonisti ci riportano a un presente disseminato di orrori insanabili. Il territorio nasconde le sue mine come le persone nascondono il proprio dramma.

VISIONI AMBIENTALI
16a edizione
La Giuria composta da studenti del progetto “Ambiente si laurea” della Regione Emilia-Romagna, coordinati da Sara Branchini del Centro Antartide e da Marco Galaverni del WWF, per la 16a edizione di Visioni Ambientali 2016.
Assegna il terzo premio di 200€ offerte da Villaggio della Salute a
L'ECO-FATTORIA SUL TETTO DEL MONDO di Giovanni Ortolani
per lo sguardo diretto e il racconto semplice ma di grande efficacia di un progetto concreto e virtuoso che mette la radici nel presente per costruire un futuro, non solo ambientale ma anche sociale, dando nuovi stimoli e prospettive alle giovani generazioni dell’Annapurna.
Il secondo premio di 300€ offerte da Villaggio della Salute Più a:
ARDEIDAE di Corrado Chiatti, Chiara Faggionato, Daniele Tucci
per la suggestiva rappresentazione del paesaggio e l’effetto fortemente ossimorico del racconto che ci aiuta a interrogarci su un futuro di cui spesso non consideriamo la realtà e l’imminenza.
Il primo premio di 500€ offerte da Villaggio della Salute Più va a:
UNLEARNING di Lucio Basadonne
per la semplicità e la schiettezza del racconto di questa coraggiosa sperimentazione di vita, lo sguardo aperto e non pregiudiziale sulle tante esperienze di organizzazione diversa e la grande forza di coinvolgimento che nasce dal mettersi in gioco in prima persona.

VISIONI ACQUATICHE
Mare Termale Bolognese
4a edizione
Visioni Acquatiche, realizzato insieme a Mare Termale Bolognese, nasce per premiare quei film che affrontino il tema dell'acqua come fonte di vita, benessere, salute e turismo, in modo originale e creativo:
3° Premio del valore di 200€ viene assegnato a:
LEGNO di Domenico Martoccia, Francesco La Cava
una storia che sfiora l’attualità senza bisogno di sbandierarla; il legno come metafora della vita, che ha bisogno dell’acqua per crescere e che verso l’acqua sarà sempre risospinto.
2° Premio del valore di 300€ va a:
NELL'ACQUA di Paolo Geremei
un'immersione nella storia personale di un’atleta molto particolare, che bracciata dopo bracciata trova la sua strada senza limitarsi a galleggiare.
1° Premio del valore di 500€ viene assegnato a:
DOVE L'ACQUA CON ALTRA ACQUA SI CONFONDE di Gianluca Mangiasciutti, Massimo Loi
l’acqua come barriera che può dividere ma al tempo stesso unire e diventare tramite di relazione e autenticità, in un corto dal finale delicatamente dolceamaro.

VISIONI SARDE
3a edizione
La Giuria di Visioni Sarde composta da Marcello Fois, Alberto Masala, Bruno Mossa, Paolo Pulina, Antonello Rubattu attribuisce il
1° premio di 1.000€ a:
EL VAGÒN di Gaetano Crivaro Andrès Santamaria
una storia che comunica le sofferenze di un ambiente degradato, rappresentandolo, in maniera non tradizionale, con mezzi tecnici poveri che ben si adattano alla situazione.
La Giuria Giovani di Visioni Sarde attribuisce il premio di 500€ a:
PER ANNA di Andrea Zuliani
per l'avvincente trama, il tema di carattere sociale e l'originalità del finale.
Entrambe le Giurie hanno inoltre assegnato la menzione speciale a
DOVE L'ACQUA CON ALTRA SI CONFONDE di Gianluca Mangiasciutti e Massimo Loi
per l'ambientazione insolita che vuole essere evocativa di una vita solitaria ancora immersa nel liquido amniotico. Molto raffinato il riferimento alla poesia dove l’acqua con altra acqua si confonde di Raymond Carver che ha ispirato il titolo.
La FASI ha assegnato anche il PREMIO SPECIALE FASI ad
ALBA DELLE JANAS di Daniele Pagella
realizzato con le più moderne tecniche di ripresa e di animazione 3D, riesce nell’intento di visualizzare i fantastici protagonisti dei miti e delle leggende della storia sarda.

VISIONI URBANE
2a edizione
La Giuria di Visioni Urbane composta da Enrico Costa (urbanista), Antonio Iascone (ingegnere), Alessio Lauria (sceneggiatore e regista), Fabio Mantovani (fotografo), Pierluigi Molteni (architetto), Piero Orlandi (architetto), Mario Piccinini (architetto), Francesco Satta (filmmaker)
attribuisce due menzioni speciali, una a
MY LITTLE DHAKA di Rossella Anitori
per l’elegante risultato, per l’assenza di retorica attorno al tema immigrazione/integrazione e per la qualità visiva. Il film descrive efficacemente la voglia di integrarsi degli immigrati bengalesi nella periferia romana-
a
URBAN SAFARI di Sebastiano Caceffo, Lisa Eisfeldt, Alice Gagliardi, Eleni Margarita Barda, Anil Janssen
per la singolarità del tema proposto, per l’originale regia, per l’ottima tecnica di ripresa. URBAN SAFARI rappresenta uno spazio pubblico, un vitale inserto naturalistico nella fitta forestazione urbana di Bruxelles, un luogo quasi teatrale, aperto alla fruizione giovanile, in grado di produrre nuove forme di cultura basate sulla convivenza fra diversi.
il 1° premio del valore di 500€ offerto da Urban Center e Tper a:
LONDON AFLOT di Gloria Aura Bortolini
per la qualità ed efficacia della comunicazione visiva e per la capacità di fornire una riflessione critica sull’abitare contemporaneo. LONDON AFLOAT racconta gli spazi di creatività della “città galleggiante” nei canali di Londra, inquadrando un contesto metropolitano in bilico tra nomadismo e stanzialità, tra dimensione pubblica e privata, collocando l’originalità del tema al di là del pittoresco e degli stereotipi più diffusi.

29/02/2016, 08:17