Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

I VILLEGGIANTI - Tutti insieme spassionatamente


Il film di Valeria Bruni Tedeschi, presentato alla scorsa Mostra di Venezia, è una nuova finestra sui rapporti familiari e sui drammi personali. Con Valeria Golino e Riccardo Scamarcio


I VILLEGGIANTI - Tutti insieme spassionatamente
"I Villeggianti" di Valeria Bruni Tedeschi in sala dal 7 marzo
Un universo affettivo instabile, un attaccamento morboso al suo compagno (Riccardo Scamarcio) che sta per lasciarla ma non ha il coraggio di dirglielo apertamente, un agente che non crede nel suo film e che non la sosterrà di fronte ai produttori. Molte le domande che Anna (Valeria Bruni Tedeschi) deve porsi e che minano la sua autostima. La gravità della situazione non cambierà anzi, potrà solo peggiorare.

Quando Anna giungerà alla stupenda residenza estiva in Costa Azzurra dove trascorre le sue vacanze con la famiglia sin dall'infanzia, troverà ad aspettarla il solito esercito di parenti e servitù ma soprattutto troverà ad aspettarla Celia sua figlia, di circa sette anni, che è quella più razionale e con meno problemi di tutti.

Nessuno, tranne lei, dimostra di essere esente da qualche instabilità psicologica, tutti i personaggi si nascondono sotto un velo di apparenza, tutti tranne la bambina che sapientemente osserva il mondo con gli occhi puri di chi sta imparando a vivere spesso nascondendosi sotto la tovaglia per osservare meglio. Ogni altro personaggio soffre di un disturbo latente che lo rende succube di qualcosa: dalla mancanza di maternità alla sofferenza per la perdita del fratello maggiore, dal senso di fallimento lavorativo a quello a livello sentimentale, dal disagio dell'abuso sessuale alla mancanza di affetto, dall'insoddisfazione interiore a quella sociale, nessuno esente.

L'autrice riesce a caratterizzare l'atmosfera "I Villeggianti", che racconta essere ispirata dai racconti di Cechov, descrivendo una normalità familiare fatta di drammi inespressi, taciuti, evitati e troppo spesso ignorati fino a portarci al culmine con un'esplosione drammatica, inevitabilmente plateale ma comunque commovente.

Brava Valeria Golino sorella insoddisfatta che prova a soffocare nell'alcool il suo disfacimento interiore, ballando e cantando gingle antichi. Bene anche Riccardo Scamarcio che rende l'espressione dell’uomo che mal sopporta di condividere i problemi della sua donna e se ne lava le mani trovando di meglio sul mercato.

Ottime le interpretazioni degli attori e delle attrici francesi Noémie Lvovsky, Yolande Moreau, alcuni dei quali della Comédie Francaise come Laurent Stocker e Bruno Raffaelli che ci allieta con le sue arie da operetta di antica rimembranza, bravo anche Pierre Arditi che interpreta l'odiato l'industriale padrone di tutto.

"I Villeggianti" sarà in sala dal 7 marzo distribuito da Lucky Red.

27/02/2019, 08:50

Silvia Amadio