!Xš‚‰

TOSCANA FILMMAKERS FESTIVAL V - I premi


Miglior cortometraggio "Unfolded" di Cristina Picchi. Tra i documentari vince "Arrivederci Saigon" di Wilma Labate.


TOSCANA FILMMAKERS FESTIVAL V - I premi
Assegnati premi della quinta edizione del Toscana Filmmakers Festival (10 - 14 giugno 2019, Castello dell'Imperatore a Prato). La giuria ha premiato come miglior cortometraggio toscano "Unfolded" di Cristina Picchi e come miglior documentario "Arrivederci Saigon" di Wilma Labate. Menzione speciale cortmetraggi a "Non è una Bufala" di Niccolò Gentili e Ignacio Paurici.
La giuria della quinta edizione del Toscana Filmmakers in Festival era composta da Jacopo Payar (regista), Simona De Simone (regista) e presieduta da Giovanni Cioni (regista, sceneggiatore ed autore).

I premi del pubblico sono stati assegnati per la sezione cortmetraggi a "The Last Lesson" di Francesco Borchi ed a "Arrivederci Saigon" di Wilma Labate tra i documentari.

Riconoscimento speciale per la casa di produzione toscana Cibbè Film per il film "Forse è Solo Mal di Mare" di Simona De Simona, che ha chiuso la manifestazione pratese.

Questi i premi assegnati e le motivazioni:

Premio della Giuria Migliore Cortometraggio "Corto Toscana"
UNFOLDED di Cristina Picchi
Motivazione: Per aver incarnato, con uno stile elegante e poetico, il tema della fragilità e della debolezza umana. Per aver donato alla narrazione uno sguardo puro, personale e profondo, sostenuto da una regia minuziosa e da una fotografia raffinata.

Menzione Speciale della Giuria "Corto Toscana"
NON E' UNA BUFALA di Niccolò Gentili e Ignacio Paurici
Motivazione: Per l'attenta riflessione che pone sull'ambito della multi-culturalità. Nello specifico, di come anche il nostro integralismo ci porti a lottare, in modo paranoico, alterando la realtà dei fatti e degli interpreti, per la 'difesa' delle nostre tradizioni da presunti 'attacchi' di un'altra cultura. Un integralismo che - ideologicamente - non si differenzia poi così tanto da quello che, abitualmente, siamo soliti condannare e contrastare.
In particolare si sottolinea come, un argomento del genere, solitamente trattato attraverso scelte registico-stilistiche a forte impatto drammatico, sia stato invece raccontato mediante un registro ironico, quasi grottesco, raggiungendo così un pubblico ancor più variegato che ha potuto meditare e allo stesso tempo divertirsi.

Premio della Giuria Migliore Documentario "Doc Toscana"
ARRIVEDERCI SAIGON di Wilma Labate
Motivazione: Una vicenda dimenticata e incredibile, quella di quattro giovanissime ragazze in tournée nelle basi americane durante la guerra del Vietnam. Una storia mai racontata, quasi nascosta. IL film coinvolge perchè ci fa vivere l'incredulità e lo smarrimento di vivere nel cuore della storia e non capire cosa sta succedendo - e poi non poterlo raccontare. La dramaturgia del film, nella risonanza intima tra immagini d'archivio e racconto, non cede mai alla nostalgia per il tempo che fu. Racconta un'esperienza traumatica, che forse si è voluta dimenticare come non si fosse mai vissuta, ma lo racconta anche con straordinaria vitalità, e queste signore che raccontano quell'esperienza nel cuore della guerra sono sempre le ragazzine che furono in quel 1968.

Premio del Pubblico "Corto Toscana"
THE LAST LESSON di Francesco Borchi

Premio del Pubblico "Doc Toscana"
ARRIVEDERCI SAIGON di Wilma Labate

Premio Speciale Cinemaitaliano.info
Leonardo Pieraccioni

Premio Autore Toscano dell'Anno
Federico Bondi per il film DAFNE

Premio Opera Prima Produzione Toscana
Cibbè Film per FORSE E' SOLO MAL DI MARE di Simona de Simone

14/06/2019, 21:00

La Redazione