Sudestival 2020
I Viaggi Di Roby


Altro


Cosimo Coltraro


Filmografia dal 2000:
2017 » Malarazza: attore (Pietro)
2012 » Baci Salati: attore (Maggiordomo Ludovico)

Biografia:
“Se vogliamo avere un’immagine del Catanese, si presenterà al nostro spirito la visione di un giovane bruno, di non alta statura, svelto di maniere (e talvolta anche di mano), con occhi scuri e vivacissimi, sprizzanti energia ed intelligenza”
(Alla scoperta di Catania di Santi Correnti).

Ecco Cosimo Coltraro, nato 50 anni fa, il 5 di novembre del 1966 a Catania. Si definisce come “l’immagine tipica del catanese o, per meglio dire, un pezzo di Catania”.
Ama raccontarsi così: “Se avessi continuato la mia carriera di perito elettronico, diploma conferitomi con il massimo di voti, nel lontano 1985, oggi sarei sicuramente un ingegnere elettronico di discreto livello ma, come si suol dire, il ‘fuoco dell’arte’ si impossessò di me ben presto, tanto che già undicenne facevo parte di una compagnia amatoriale catanese che mi iniziò al mestiere dell’attore. Quella che io chiamo intelligenza curiosa, che è il motore del mio animo, mi ha spinto a migliorarmi in quello che io penso sia il mestiere più difficile al mondo. Così, finiti gli studi ed interrompendo l’università mi catapultai alla prima audizione possibile dell’accademia d’arte drammatica del Teatro Stabile di Catania. Da lì comincia la mia storia professionale d’attore, costellata da grandi esperienze professionali e da grandi incontri che hanno segnato prima la mia vita sociale e, poi, la mia vita artistica. I tre anni in accademia, con un’insegnante come Giuseppe Di Martino (allievo di Sharoff), mi hanno educato al teatro, hanno smussato il lato ‘becero’ che ho ereditato dal mio quartiere di nascita, ma che da sempre è la mia forza. Successivamente, gli incontri con registi quali Andrea Camilleri, Pino Micol, Romano Bernardi, Armando Pugliese, Luca De Fusco, Walter Manfrè e con attori come Turi Ferro, Tuccio Musumeci, Lello Arena, Jango Edwards, Sergio Graziani, Ilaria Occhini, Eros Pagni, Remo Girone ed altri, accrescevano in maniera esponenziale la mia esperienza sul palcoscenico e la mia voglia di provarmi su registri che sconoscevo di me stesso. Naturalmente c’è anche il cinema nella mia carriera, non molto purtroppo, ma quelle poche esperienze sono state in scene che mi raccontano con attori come Harvey Keitel ed Andy Mcdowell, nella televisione con il nostro Luca Zingaretti e Remo Girone, lavorando con registi quali Michel Pradal, Alberto Sironi, Luigi Perelli, Giovanni Virgilio (giovane molto arguto che mi ha fatto provare le passerelle della Mostra del Cinema di Venezia)”.
(ultima modifica: 25/10/2017)

Premi e nomination