I Viaggi Di Roby
Francesco Selvi


Cesena, Italia

Francesco Selvi


Filmografia dal 2000:
2020 » corto L'Estasi di Oleg: regia, soggetto, sceneggiatura
2018 » corto Waterloo: regia, soggetto, sceneggiatura
2016 » corto Lontano Ovest: regia
2011 » corto L'Attesa: regia, soggetto, sceneggiatura
2010 » corto Ecco: regia, sceneggiatura

Biografia:
Francesco Selvi nasce a Cesena nel luglio del 1980.
All'età di 21 anni con Federico Fiumi e Luca Nervegna forma la compagnia teatrale La Furia dell'Albana, con cui scrive e partecipa a diversi spettacoli e rassegne, tenendo repliche anche fuori regione.
Insieme a Federico Fiumi cura la rassegna 'Bene Carmelo, male gli altri' con la partecipazione fra gli altri di Piergiorgio Giacchè, Lidya Mancinelli, Andrea G.Pinketts.
Cura due edizioni del festival 'Pernacchiette avanguardiste' dedicato all'avanspettacolo.
Con la Furia dell'Albana cura la programmazione di uno spazio teatrale chiamato 'il Caveau', centro in cui ha tenuto laboratori teatrali e si sono presentati diversi spettacoli anche di altre compagnie/attori.
Nel frattempo comincia a girare cortometraggi insieme al sodale Luca Nervegna.
Il suo cortometraggio, 'Lontano Ovest', è stato presentato in anteprima nel 2016 al Torino Film Festival, dopodiché è stato selezionato in altri festival in Italia.
Nel 2018 ha scritto e diretto un nuovo cortometraggio, “WATERLOO”, anche questo presentato in anteprima al Torino Film Festival
Dal 2011 è redattore della rivista cinematografica e di cultura visuale Rapporto
Confidenziale, per cui ha curato e ideato anche progetti come l'Alfabetiere, sorta di Zibaldone/dizionario a cui hanno partecipato artisti ed intellettuali di fama nazionale.
Ha ideato e curato il festival cinematografico 'quel sublime brusio'.
Crea collage ed assemblage con cui ha tenuto mostre in diverse città.
Dal 2012 le sue opere fanno parte del circuito di cinema indipendente Nomadica.
Al suo cinema e al suo operato sono state dedicate rassegne a Bologna e a Forlì.
E' socio fondatore di Regnoli 41, associazione di Forlì che si occupa di rigenerazione urbana e con cui ha aiutato a 'ricreare' e 'riformulare' la vivibilità e la socialità di via G.Regnoli, creando una vera e propria social street ancor prima di via Fondazza a Bologna.
Ora con Regnoli 41 cura e gestisce gli spazi espositivi del Palazzo del Monte di Pietà di Forlì in collaborazione con la Fondazione della Cassa di Risparmio.
(ultima modifica: 29/01/2020)