I Viaggi di Robi

Pupi Avati, Un Poeta Fuori dal Coro


Regia: Adriano Pintaldi
Anno di produzione: 2010
Durata: 50'
Tipologia: documentario
Genere: arte/biografico
Paese: Italia
Produzione: Roma Film Festival; in collaborazione con Medusa Film, 01 Distribution
Distributore: n.d.
Data di uscita: n.d.
Titolo originale: Pupi Avati, Un Poeta Fuori dal Coro

Sinossi: Il documentario ripercorre la carriera cinematografica di Pupi Avati
con una serie di interventi di attori, collaboratori e amici che hanno
lavorato con lui in questi quaranta anni. Si apre con un’affettuosa dedica del fratello Antonio, parte integrante della “premiata forneria Avati”; prosegue con i ricordi di Lucio Dalla che Pupi Avati, promettente jazzista, avrebbe voluto ammazzare per invidia professionale; con le nostalgie di Maurizio Costanzo, sceneggiatore di alcuni film di Avati, che rimpiange i bei momenti passati lavorando insieme; con la divertente dichiarazione di Neri Marcorè che, imitando perfettamente la voce del regista, gli fa degli affettuosi rimproveri; con gli aneddoti e i ricordi degli storici attori avatiani, come Gianni Cavina e Carlo Delle Piane; fino ad arrivare a Ezio Greggio che conclude il suo intervento in maniera irresistibile…

"Pupi Avati, Un Poeta Fuori dal Coro" è stato sostenuto da:
Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC)
Regione Lazio (Assessorato alla Cultura, Arte e Sport)


Libro sul film "Pupi Avati, Un Poeta Fuori dal Coro":
"Pupi Avati, Un Autore Fuori dal Coro"
di Adriano Pintaldi, Roma Film Festival, 2010
Ricordi, aneddoti, documenti inediti che lo stesso Pupi Avati ha affettuosamente fornito, come in un grande puzzle per fornire al lettore un ulteriore ritratto di un autore così infaticabile e sorprendente.


Video


Foto