I Viaggi Di Roby

I personaggi del film "Last Minute Marrocco"


I personaggi del film
Il giovane cast di "Last Minute Marocco"
Personaggi
Sergio è un architetto divenuto padre molto giovane e poco attento al figlio Valerio, nonostante abiti con lui. E’ un sognatore ad occhi aperti, appassionato di bioarchitettura ed energie rinnovabili. Non riesce a tagliare i ponti né con la ex moglie Valeria né con un lavoro che non sembra portargli grandi soddisfazioni. Inviato suo malgrado in Marocco scoprirà il fascino di questa terra e soprattutto di Tamu, una donna berbera che gli farà da guida e si rivelerà in grado di farlo riflettere sulla vita condotta sino ad ora.
Valerio è un ragazzo diciassettenne che ha voglia di libertà e autonomia. Cerca di conquistarsela in maniera poco ortodossa, fuggendo in Marocco all’insaputa dei genitori, ma si troverà davanti a scelte che metteranno a prova il suo coraggio e la sua maturità: come quando deciderà di aiutare comunque Jasmina al di là del fatto che lei corrisponda o no i suoi sentimenti.
Tàmu è una donna berbera ripudiata dal marito e truffata da un poco di buono, Dente di Latta. Ottiene l’aiuto di Sergio, ma si comporta sempre con grande coerenza e dignità. E’ una donna che colpisce Sergio perché è diversa dalle donne occidentali e allo stesso tempo capisce i suoi problemi con il figlio e intuisce le mosse di Valerio e Jasmina in fuga.
Andrea e Giacomo sono la classica coppia di amici opposti e complementari nelle idee e nel comportamento. Andrea pensa solo a spinelli, feste e ragazze da rimorchiare, è apparentemente superficiale ma capisce gli altri, Giacomo è serio e corretto, ma tende a essere poco diponibile e generoso.
Jasmina è una ragazza di origine marocchina nata e cresciuta in Italia. Si sente italiana a tutti gli effetti. Soffre per la mancanza di sintonia con il padre, che pensando di fare il suo bene, la sta indirizzando a un fidanzamento con il figlio di un amico defunto, non sapendo che l’uomo ha diverse cose da nascondere.
Samir è un ragazzo marocchino estroverso e simpatico che ha bisogno di essere rimesso un po’ in riga: ci penserà lo zio che durante il viaggio lo coglierà in fallo e lo saprà responsabilizzare.
Valeria è la classica madre fin troppo premurosa che non si è fatta ancora una ragione della fine del matrimonio con Sergio, ma lasciata sola e quindi libera, troverà piuttosto rapidamente un motivo di interesse in un suo affascinante cliente, Giorgio.

Interpeti
Valerio Mastandrea è stata una scelta molto fortunata perché ha saputo dare al protagonista disincanto e sensibilità allo stesso tempo, esprimendo molto bene lo spiazzamento di un occidentale in Marocco. Il suo rapporto con Tamu è fatto anche di silenzi, di rispetto, di curiosità. Valerio è stato capace di offrire al personaggio tutte le sfumature necessarie, quelle ironiche e quelle sentimentali.
Kesia Elwin, incarna la Tamu che era stata immaginata, per la sua bellezza dignitosa e mai banale. Inoltre ha dato spessore ed equilibrio un personaggio molto essenziale nei dialoghi ma sempre capace di comunicare efficacemente i suoi stati d’animo.
Nicolas Vaporidis, dopo il grande successo di “Notte Prima degli Esami” (2006) e reduce dall’ultimo, ha creato un personaggio più estroverso, spensierato e superficiale di quelli a cui ci ha abituato, non privo però di una sua istintiva capacità di empatia nei confronti degli altri, riuscendoci perfettamente.
Daniele De Angelis, segnalatosi con “Ma Che Ci Faccio Qui!” (2006) è stato scelto per la sua capacità di esprimere un personaggio timido ma determinato nello stesso tempo, ed appare un adolescente sui generis, più tenero e sognatore rispetto ai suoi amici, però sempre credibile
Lorenzo Balducci, è riuscito a descriverci un personaggio di “precisino” un po’ imbranato che però riesce a trovare il momento giusto per scatenarsi, e ha interagito molto bene con gli altri ragazzi i cui personaggi avevano carattere e comportamento opposti.
Jamil Hammoudi, con la sua energia e la sua vitalità, ha reso molto bene il personaggio di Samir, sia nei gesti che nei dialoghi, improntati a un romanesco marocchino molto divertente.
Esher Elisha ha impersonato perfettamente una ragazza divisa tra la voglia di libertà e il rispetto per i genitori, intelligente e certamente matura e consapevole rispetto all’età del personaggio.
Maria Grazia Cucinotta ha delineato molto bene il percorso di un personaggio di madre ansiosa che scopre poi di meritarsi la possibilità di un nuovo amore.
Francesco Falaschi

13/04/2007