I viaggi di Roby
Nuovo Cinema Aquila

Magna Graecia Film Festival 2008: report 24 luglio


Magna Graecia Film Festival 2008: report 24 luglio
Mario Monicelli e G. Casadonte
Cinema e musica, in un connubio di arti. La quinta serata della 5. Edizione del Magna Graecia Film Festival, ha visto alternarsi maestri del cinema, opere prime e concerti live, di fronte ad un pubblico realmente entusiasmato. In apertura, il direttore artistico Gianvito Casadonte, alla presenza del regista Mario Monicelli, ha presentato quattro minuti inediti del documentario Vicino al Colosseo C Monti, che insieme al fratello Alessandro ha prodotto, mediante la sua Inspire Production. Nato da unidea di Chiara Rapaccini e organizzato da Leonardo Baraldi, il film, della durata di ventidue minuti, mostra come riesca a sopravvivere, in una metropoli come Roma, un quartierino popolare, molto simile ai paesini della campagna italiana. Oltre ad aver curato la regia, Monicelli ha scritto e interpretato la pellicola, ripercorrendo i luoghi in cui ha vissuto per anni e in cui tuttora risiede. Per il maestro della commedia allitaliana, si tratta della seconda volta a Soverato e, felice di poter essere presente, ha detto di credere "fortemente in un progetto cos nobile, in cui si cerca di dare una mano al giovane cinema italiano". Estata poi la volta di Lascia Perdere, Johnny, commedia corale di Fabrizio Bentivoglio, con un cast che comprende Toni e Peppe Servillo, Lina Sastri ed Ernesto Mahieux. Questultimo, parlando del film, si detto dispiaciuto che durante lanno fosse passato in sordina e la speranza che possa rientrare in sala. La pellicola ispirata ai racconti di Fausto Mesolella, da anni nella Piccola Orchestra Avion Travel e presente ieri sera assieme ai colleghi musicisti. Lidea di Casadonte di riuscire a far sposare le arti su un unico palco e, dinnanzi ad un pubblico realmente esaltato, il gruppo campano si esibito in un vero e proprio concerto allaperto, ripercorrendo i brani che li hanno resi celebri , e le ultime fatiche realizzate assieme al musicista Paolo Conte. I numerosi spettatori si sono lasciati trasportare dalle note di Sentimento e ne sono diventati parte attiva, quando il cantante Peppe Servillo, li ha diretti chiedendo la loro partecipazione vocale.

25/07/2008, 16:24

Antonio Capellupo