Meno di 30
I Viaggi di Robi

Il documentario italiano: "lo sguardo degli autori" a Bologna


Il documentario italiano:
La quarta edizione di "Lo sguardo degli autori", il consueto spazio di riflessione sul cinema documentario italiano, realizzato da D.E-R, con il sostegno dellAssessorato alla Cultura della Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con Doc/it, all'interno del Festival Visioni italiane, si apre al mondo, invitando registi che hanno scelto di uscire dai confini nazionali e di raccontare storie dai cinque continenti. Quattro tavoli di discussione, con la visione di sequenze dei documentari degli 8 registi ospiti, moderati da autori emiliani-romagnoli fra venerdi pomeriggio 25 febbraio e il sabato mattina del 26 febbraio: "Guerra e resistenza in Medio Oriente"; "Uscire dalla guerra"; "India: il racconto degli ultimi" e "Sogni e incubi del sud est asiatico".

Dopo l'incontro sull'utilizzo degli archivi nel cinema documentario (edizione Lo sguardo degli autori 2010), lappuntamento di quest' anno vede la presenza di autori che hanno raccontato storie originali provenienti dai quattro angoli del pianeta: il Medio Oriente, i Balcani, l'Afghanistan, l'India e il Sud-est asiatico. Autori di documentari girati in luoghi diversi come diversi possono essere gli approcci dei loro film: opere d'inchiesta, film etnografici o racconti sulla realt in forma libera. Una molteplicit di storie e paesi che dimostrano la vitalit del cinema documentario emiliano-romagnolo ed italiano con la sua capacit di mantenere un occhio vigile e ispirato sul mondo.

Registe che raccontano le zone di guerra, come la Bosnia ferita di Claudia Tosi ("Mostar United") o l'Afghanistan delle radio libere femminili di Valentina Monti ("Girls on the Air"). Film che raccontano le storie di guerra e resistenza in un Medio Oriente ferito eppure pronto a reagire, come nelle opere di Stefano Savona e di Marco Pasquini. O ancora, racconti sugli "ultimi" del continente asiatico: i filippino- americani di "Left by the Ship" di Alberto Vendemmiati ed Emma Rossi Landi, nonch le lotte delle donne indiane vittime di abusi in "Pink Gang" di Enrico Bisi, quelle di Raffaele Brunetti in "Hair India" che vendono i loro capelli per il ricco mercato occidentale o ancora le storie di prostituzione e droga narrate in "Cambodian Room" di Tommaso Lusena e Giuseppe Schillaci.

Gli ospiti dell'edizione quest'anno hanno percorsi, et, approcci stilistici diversi. Alcuni lavorano da soli, molti in coppia. Tutti per hanno lavorato fuori dall'Italia, raccontando storie dal mondo, vivendo esperienze cinematografiche che meritano un approfondimento teorico anche attraverso un incontro con il pubblico competente e interessato come si dimostrato essere negli anni passati quello di "Lo sguardo degli autori".

Di seguito il programma:
Venerd 25 febbraio 2011Ore 14.30-1730
GUERRA E RESISTENZA IN MEDIO ORIENTE
con Stefano Savona e Marco Pasquini; modera Federico Ferrone
INDIA: IL RACCONTO DEGLI ULTIMI
con Raffaele Brunetti e Enrico Bisi; modera Elfi Reiter
Sabato 26 Febbraio 2011
Ore 10.00-13.00
USCIRE DALLA GUERRA
con Claudia Tosi e Valentina Monti; modera Nico Guidetti
SOGNI E INCUBI DEL SUD EST ASIATICO
con Emma Rossi Landi e Alberto Vendemmiati, Tommaso Lusena e Giuseppe Schillaci; modera Michele Mellara

15/02/2011, 13:26