I Viaggi Di Roby

NASTRI D'ARGENTO - Tutti i Premi assegnati a Taormina


I Giornalisti Cinematografici assegnano come ogni anno i premi ai migliori film italiani. MARCO BELLOCCHIO fa il pieno con 7 Nastri per "Il Traditore"; miglior film, regia, sceneggiatura, montaggio, colonna sonora e Nastro d’Argento per il protagonista, Pierfrancesco Favino e i ‘non protagonisti’ Luigi Lo Cascio e Fabrizio Ferracane


NASTRI D'ARGENTO - Tutti i Premi assegnati a Taormina
Pierfrancesco Favino "Il Traditore" di Marco Bellocchio
"Il Traditore"; miglior film, regia, sceneggiatura, montaggio, colonna sonora e Nastro d’Argento per il protagonista, Pierfrancesco Favino e i non protagonisti Luigi Lo Cascio e Fabrizio Ferracane.

Anna Foglietta, protagonista, Marina Confalone, non protagonista e Paola Cortellesi per la commedia le migliori attrici

Colpo doppio per Stefano Fresi, Nastro per la commedia e Premio Nino Manfredi

A Serena Rossi (Io sono Mia) e Noemi (Domani č un altro giorno) i Nastri speciali ed č al femminile anche il ‘Bonacchi’ per Linda Caridi

Per "Il primo Re" e "Il Campione" (di Leonardo D’Agostini premio ex aequo con Ride di Valerio Mastandrea per l’opera prima) Groenlandia vince come miglior produttore

E la sorpresa arriva dalla commedia con "Bangla" il film che sigla per Domenico Procacci i primi trent’anni di cinema Fandango

Cinema e glamour dal Teatro Antico di Taormina in tv

Anna Ferzetti conduce la serata che andrŕ in onda su Rai 1 lunedě 8 Luglio con la regia di Marco Brigliadori(e nel mondo con Rai Italia) dopo lo speciale di Movie Mag, mercoledě 3 su Rai Movie

Taormina,29 Giugno – Stravince Il traditore di Marco Bellocchio ai Nastri d’Argento 2019 che chiudono a Taormina stasera la 73.ma edizione. Sette (su undici nomination) i riconoscimenti al ‘miglior film’ premiato anche per la regia, la sceneggiatura, il montaggio, la colonna sonora ma soprattutto, per il miglior protagonista Pierfrancesco Favino e tra i ‘non protagonisti’ Luigi Lo Cascio e Fabrizio Ferracane. Un trionfo assoluto, dopo il successo a Cannes e l’ottima risposta del pubblico in sala, anche ai Nastri, in un’edizione – come sempre realizzata con il sostegno del Mibac - Dg Cinema, main sponsor BNL Gruppo BnpParibas - che ha visto candidati alcuni film tra i piů significativi della stagione e ben sette ‘grandi firme’ della regia.

Tra gli attori il voto dei giornalisti ha premiato Anna Foglietta (migliore attrice protagonista per Un giorno all’ improvviso), Marina Confalone (miglior ‘non protagonista’per Il vizio della speranza) e Paola Cortellesi (migliore attrice di commedia per Ma cosa ci dice il cervello). Ancora: a Stefano Fresi (C’č tempo, L’uomo che comprň la luna, Ma cosa ci dice il cervello) doppio premio con il Nastro per il miglior attore di commedia e il ‘Nino Manfredi’’ consegnato dalla moglie di Nino, Erminia e dalla nipote Sarah Masten. E, a proposito di commedia, č una sorpresa il film vincitore, Bangla del giovanissimo esordiente Phaim Bhuyian. Sul palcoscenico del Teatro Antico - in un’edizione come negli ultimi anni realizzata a Taormina con il supporto della Regione Siciliana, Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo, Sicilia Film Commission, Sensi Contemporanei e Fondazione Taormina Arte – torna, dopo il premio di un anno fa, per la migliore canzone, Serena Rossi, Nastro speciale per Io sono Miae la canzone č protagonista non solo con il Nastro per Enzo Avitabile (Il vizio della speranza) ma con quello speciale alla voce di Noemi (Domani č un altro giorno).

I Nastri 73, prodotti dal Sngci con il sostegno del Mibac - Direzione Generale per il Cinema, main sponsor BNL Gruppo BnpParibas, e la collaborazione a Taormina della Regione Sicilia sono stati assegnati sulle uscite dell’annata 1° Giugno 2018-30 Maggio 2019 in un palmarčs di oltre quaranta titoli candidati tra i quali alcuni film premiati nei Festival internazionali e, tra le opere prime o la produzione low budget, anche qualche piccola sorpresa. E, a proposito di sorprese (vedere elenco allegato) ricordiamo che quest’anno anche per soggetto e sceneggiatura come per i vincitori dei Nastri tecnici (fotografia, montaggio, scenografia, costumi, sonoro in presa diretta e miglior casting director) la premiazione č avvenuta in diretta, nella serata romana del MAXXI (con il sostegno della Regione Lazio) nella rosa delle ‘cinquine’ votate da una speciale giuria di qualitŕ. Tutti gli altri Nastri, come sempre, sono stati votati via mail e scrutinati dal notaio Alessandra Temperini.

Tra i premi assegnati a Roma ricordiamo i ‘Biraghi’ per gli esordienti: Chiara Martegiani per il film Ride, Pietro Castellitto per La Profezia dell’Armadillo e Giampiero de Concilio per Un Giorno all’Improvviso mentre Benedetta Porcaroli lo riceve per Tutte le mie notti a Taormina, tra le piů giovani rivelazioni dell’anno. Per il talento giovane, alla quarta edizione il ‘Premio Graziella Bonacchi’, destinato ad una rivelazione di quest’anno, ha segnalato la giovane protagonista di Ricordi? Linda Caridi (Graziella Bonacchi, č stata l’agente che ha sostenuto i giovani con affetto, attenzione e amicizia). Premio Nastri SIAE per la giovane sceneggiatura a Giulia Steigerwalt (Croce e delizia, Il Campione). I Nastri hanno giŕ premiato quest’anno anche i migliori doppiatori con il Nuovo Imaie-Nastri d’Argento per il doppiaggio andato ad Angelo Maggi (John C. Reilly) e Simone Mori (Steve Coogan) nel film Stanlio e Ollio di John S. Baird (Lucky Red). Un doppiaggio sobrio, funzionale al clima emotivo della storia con la grande abilitŕ di aver restituito al pubblico l’identitŕ vocale e l’impareggiabile umanitŕ di due indimenticabili icone del cinema di tutti i tempi.

Infine le ultime curiositŕ: il riconoscimento al miglior ‘cameo’ dell’anno eccezionalmente va ad Adriano Panatta nella parte di se stesso ne La profezia dell’armadillo: un’apparizione divertente diventata a tempo di record un tormentone anche in rete. Il Premio Speciale per Dafne di Federico Bondi, prodotto da Vivo Film con Rai Cinema e la collaborazione di Istituto Luce Cinecittŕ e l’omaggio dei Nastri ai primi trent’anni di Fandango: un riconoscimento alla passione e all’originalitŕ della produzione di Domenico Procacci,che anche quest’anno si č fatta notare con il successo di Bangla.

A Stefano Sollima, per il debutto internazionale con Soldado va il Premio HamiltonBehind the camera- Nastri d’Argento.

Quarto anno, infine, a Taormina dell’iniziativa SIAE Nastri d’Argento, con una ‘borsa’ di formazione per promuovere le sceneggiature dei giovanissimi talenti: č andato a Giulia Steigerwalt, da attrice diventata sceneggiatrice di film di successo, soprattutto nella commedia: dopo Moglie e marito, quest’anno Il Campione ma soprattutto Croce e delizia.

29/06/2019, 16:00