I Viaggi Di Roby

GLOCAL FILM FESTIVAL 20 - Soldini: "La bravura di Paola Bizzarri"


Il regista Silvio Soldini ospite speciale del Glocal Film Festival per omaggiare la scenografa Paola Bizzarri


GLOCAL FILM FESTIVAL 20 - Soldini:
Silvio Soldini stato ospite speciale nella consegna del premio alla carriera alla scenografa Paola Bizzarri nell'ultimo giorno di Glocal Film Festival, essendo il regista con cui pi spesso lei ha lavorato con ben 7 titoli.

"Non ricordo bene come nel 1999 sono arrivato a scegliere Paola Bizzarri per "Pane e tulipani", forse Valia Santella, che all'epoca faceva la segretaria di edizione e adesso sceneggiatrice: i miei primi tre film li avevo fatti senza lo scenografo, c'era qualcuno che faceva scene e costumi, nel terzo avevo un arredatore. Solo quando entrata in scena Paola ho capito cosa significa lavorare con una scenografa! Per quel film in sceneggiatura c'era scritto che si svolgeva a Venezia e siamo andati l insieme: iniziato il vero massacro, perch Paola non si accontenta mai e credo abbia setacciato la citt come mai nessuno al mondo... Ha visto tutta Venezia, e alla fine mi sono dovuto fidare di lei: non avevo mai lavorato con una persona cos creativa, capace di immaginare un posto cos diverso da com' quando lo visiti, a un certo punto dovevo. Venivo da un cinema pi documentaristico, i luoghi trovati andavano bene com'erano. Lei no, alcuni li cambia totalmente perch solo lei sa "vedere" prima cosa possono diventare, Ed sempre qualcosa di stimolante quello che crea: per questo ho reiterato la mia scelta anche nei film successivi!".

"Il nostro secondo film insieme era molto diverso, "Brucio nel vento": era ambientato in un 'non-tempo', non volevamo si capisse se erano gli anni '80, '90 o 2000. Abbiamo fatto un lavoro per toglierlo dalla storicit, perch fosse come in un tempo sospeso. Un lavoro molto lontano da "Pane e tulipani"... Paola non si ferma mai, in questo mestiere trovare chi non si accontenta mai prezioso. Credo che la gente si renda molto poco conto di quanto lavoro c' dietro, sembra tutto molto pi semplice: quanto lavoro c' dietro la scelta di un bar dove si vedono due amici? Ci sono tantissime scelte da dover fare...".

"Ora stiamo lavorando a un nuovo film insieme e per fortuna c' un po' di budget anche per la scenografia - certo, non paragonabile a quelli che Paola ha quando lavora con Nanni Moretti! Gireremo tra aprile e maggio, un film diverso da quelli che ho fatto, sfioriamo il genere noir, si entra in quelle atmosfere. Ambientato a Milano, avr come protagonista Kasia Smutniak".

"Per "Il comandante e la cicogna" nata in fase di sceneggiatura l'idea di avere statue come protagoniste parlanti. Si ragionava in quel periodo sui 150 dell'unit d'Italia, mi piaceva l'idea di sapere cosa pensassero loro di noi e abbiamo immaginato un dialogo tra Garibaldi a cavallo e una statua "berlusconiana" messa proprio l vicino. Non c'era una statua di Garibaldi a cavallo a Torino, quindi ho chiesto a Paola di realizzarla!".

"Se devo dire un suo difetto, a volte entra talmente tanto nel suo mondo e ai dettagli che a volte si perde qualche pezzo, lei si fa il suo film in testa e questa la sua forza, a volte ho anche cambiato qualche scena per le sue idee. E' bello lavorare con dei collaboratori cos, molto stimolante: i miei film senza Paola sarebbero stati molto diversi. E ogni volta so gi che anche se la conosco benissimo sapr sorprendermi".

15/03/2021, 21:30

Carlo Griseri