!Xš‚‰

BUIO IN SALA 16 - A Firenze torna la storica
rassegna di cinema e psicoanalisi


BUIO IN SALA 16 - A Firenze torna la storica rassegna di cinema e psicoanalisi
Ai blocchi di partenza la 16° edizione di Buio in sala, la storica rassegna di cinema e psicoanalisi, dal 15 febbraio al cinema Astra.

Il programma della stagione invernale della rassegna - nata dalla collaborazione tra la Fondazione Stensen e il Centro Psicoanalitico di Firenze - prevede quattro appuntamenti il giovedì sera per quattro imperdibili film al cinema Astra, presentati e discussi con gli spettatori da analisti della Società Psicoanalitica Italiana. Quattro film recenti, che hanno incontrato il favore della critica e del pubblico, molto diversi fra loro ma accomunati da un’originale, sorprendente, riflessione sull’amore.

Ai quattro appuntamenti si aggiunge inoltre, sabato 9 marzo, un evento speciale dedicato al cinema iraniano.

I FILM DELLA RASSEGNA AL CINEMA ASTRA

Giovedì 15 febbraio ore 20.30
Il caftano blu di Maryam Touzani (Marocco 2022, 122’) – versione originale sott. ita
con un commento di Irene Ruggiero (Centro Psicoanalitico di Bologna)
A Salé, una delle più antiche città del Marocco, in una piccola bottega dove i caftani si fanno ancora a mano, si svolge, punto dopo punto, la storia d’amore dei tre protagonisti. Non si tratta tuttavia del solito triangolo. A un livello più profondo questo film sartoriale intesse e ricama con cura tre diverse forme di amore attraverso le quali ciascun personaggio si trasforma ed evolve emotivamente.

Giovedì 22 febbraio ore 20.30
Misericordia di Emma Dante (Italia 2023, 95’)
con un commento di Anna Cordioli (Centro Veneto di Psicoanalisi)
Misericordia è una danza che ruota fra abisso e salvezza. Arturo nasce nel più buio degrado e cresce girando su se stesso. Attorno a lui si raccoglierà la violenza degli orchi ma anche l’insperata rivolta delle donne della sua terra…madre. Emma Dante trasforma in film l’opera teatrale tornando a colpire con la sua potente forza espressiva.

Giovedì 29 febbraio ore 20.30
Perfect Days di Wim Wenders (Germania/Giappone 2023, 123’) – versione originale sott. ita
con un commento di Chiara Matteini (Centro Psicoanalitico di Firenze)
Il magico potere della ripetizione nell’ultimo capolavoro di Wim Wenders, profondo conoscitore della cultura giapponese e degli esseri umani. La verità viene cercata in superficie, umilmente: talvolta ne deriva una specie di felicità.

Giovedì 7 marzo ore 20.30
Past Lives di Celine Song (Usa 2023, 106’) – versione originale sott. ita
con un commento di Cristina Saottini (Centro Milanese di Psicoanalisi)
Un’attenta riflessione sulle tante sfaccettature dell’amore e sul rimpianto per le perdite imposte dalle trame del destino che non diventa amarezza, ma si traduce in ricchezza malinconica che scalda il cuore. Passato presente e futuro si intrecciano nelle vite dei protagonisti grazie alla maestria della regista coreano/canadese Celine Song che in questo film in parte autobiografico affronta con leggiadria il mistero dei legami amorosi e delle identità personali.

Sabato 9 marzo ore 15.00 – Evento speciale Donna, vita, libertà
Leila e i suoi fratelli di Saeed Roustayi (Iran 2022, 165’) – versione originale sott. ita
con un commento di Virginia De Micco (Centro Napoletano di Psicoanalisi) psicoanalista e antropologa
Leila trascorre la sua vita adulta aiutando i genitori e i suoi quattro fratelli. Un giorno escogita un piano che potrebbe aiutare la sua famiglia a uscire dalla miseria in cui vive, ma si dovrà scontrare con le miopie e le grettezze dei suoi familiari e con la crudeltà di una società che non le concede gli stessi diritti degli uomini.

02/02/2024, 17:25