I viaggi di Roby
Nuovo Cinema Aquila
locandina di "Non Sono Io"

Non Sono Io


Regia: Gabriele Iacovone (opera prima)
Anno di produzione: 2003
Durata: 92'
Tipologia: lungometraggio
Genere: psicologico/thriller
Paese: Italia
Produzione: Carisma Cinematografica
Distributore: Carisma Cinematografica
Data di uscita: 21/02/2003
Ufficio Stampa: Studio Morabito
Vendite Estere: Buskin Film
Titolo originale: Non Sono Io
Altri titoli: It's Not Me

Sinossi: Matteo, un giovane siciliano perseguitato da un passato oscuro arriva a Lodz, un tempo importante centro industriale della Polonia. Dopo un viaggio difficile, trova rifugio da Mario, un vecchio amico di famiglia proprietario del ristorante italiano "Dolce Vita", che lo aiuta ad iniziare una nuova esistenza. Matteo diventa il cuoco del ristorante e trova lamore nella cameriera Ewa, una bellezza delicata e sensuale.
Ma Lodz non la terra promessa. La Polonia di oggi cambiata e in alcuni aspetti assomiglia molto alla Sicilia lasciata da Matteo. Mario paga regolarmente il pizzo al Boss locale, un uomo arrogante e violento che insidia la giovane Ewa. Gli incubi di Matteo non si manifestano solo di notte, anche la grigia citt polacca sembra ricordargli che non si pu sfuggire al proprio passato. E arriva il momento in cui l'uomo vestito di scuro, protagonista degli incubi del ragazzo, arriva a Lodz ad incrinare definitivamente il precario equilibrio raggiunto. Si tratta di Giuseppe, un
mafioso deciso a ricattarlo per gli errori commessi da Matteo quando era in Sicilia. Giuseppe una minaccia, la sua presenza mette in pericolo le persone che ama e che gli sono vicine.
Matteo, messo alle strette, si trova di nuovo di fronte ad un bivio: fuggire o affrontare la realt una volta per tutte. Decide di non fuggire pi. Sceglie di andare incontro al suo destino, qualunque sia il prezzo da pagare.

Ambientazione: Lodz (Polonia)

Note:
Film realizzato con il contributo del Ministero per i Beni e le Attivit Culturali. Progetto riconosciuto di "Interesse Culturale Nazionale" (art. 8 D.L. 153/94) dalla Commissione Cinema presso il Dipartimento Spettacolo del Ministero per i Beni e le Attivit Culturali.

Video


Foto