Sudestival 2020
I Viaggi Di Roby

Manuela Tempesta


Filmografia dal 2000:
2018 » doc 1938 Quando scoprimmo di non essere più italiani: Consulenze e ricerche archivi storici
2018 » corto I Sogni Sospesi: regia, sceneggiatura
2018 » doc Ritratti di Famiglia: regia, soggetto, sceneggiatura
2017 » Backstage "L'Allieva": Supervisione alla Regia
2017 » corto Cristallo: regia, soggetto, sceneggiatura
2015 » doc Quest'Italia Suona il Jazz: soggetto, sceneggiatura
2014 » Pane e Burlesque : regia (opera prima), soggetto, sceneggiatura
2013 » doc Tutte le Storie di Piera: soggetto, sceneggiatura
2012 » doc Carlo! Il Film-Ritratto: Consulente Repertorio
2011 » corto Uno studente di nome Alessandro: sceneggiatura
2010 » doc Ritratto di Mio Padre: soggetto, sceneggiatura
2009 » doc Pietro Germi: il Bravo, il Bello, il Cattivo: soggetto, sceneggiatura
2009 » Questo Piccolo Grande Amore: sceneggiatura (Collaborazione)
2008 » Scusa Ma Ti Chiamo Amore: Playstory
2007 » doc Non Tacere: sceneggiatura, aiuto regista

Biografia:
Manuela Tempesta si laurea al D.A.M.S di Roma Tre nel 2003 con una tesi in Filmologia. Nel 2000 vince la borsa di studio e frequenta il Corso di Sceneggiatura tenuto da Massimo Torre presso la Scuola Professione Cinema di Roma. Nel 2002 è finalista a Scriviromagiovane, un concorso patrocinato dal Premio Solinas. Quell’anno vince anche un premio collaterale al Festival di Venezia con la sceneggiatura di un cortometraggio. Nel 2003, vince ad Aosta il festival A corto di idee. Nel 2004, dopo aver frequentato il Corso Superiore per Sceneggiatura, diretto da Marco Muller, scrive la sceneggiatura del mediometraggio diretto da Alessandro Stevanon, intitolato Lassù i rumori del mondo non arrivano. Nel 2006/2007 lavora come sceneggiatrice e aiuto regista per il film-documentario Non tacere, sulla storia di don Roberto Sardelli e della scuola 725, fondata tra i baraccamenti di Roma alla fine degli anni ’60. Il documentario vince vari festival ed è finalista nel 2009 ai David di Donatello. Nel 2007, con Chiara Bondì, scrive Nannarè un soggetto per un film-documentario su Anna Magnani e sempre in coppia con Chiara Bondì, adatta un audiolibro per l’editore Rizzoli. Nel 2008 inizia a collaborare con la Rai con il programma di Raitre Geo&Geo. Scrive, in questo stesso anno, il soggetto e cura la ricerca d’archivio del documentario Pietro Germi: il bravo, il bello, il cattivo, che nel 2009, verrà selezionato al Festival di Cannes nella sezione Cannes Classic e trasmesso successivamente da La7. Nel 2009, scrive con Maria Sole Tognazzi il film-documentario, diretto da Maria Sole Tognazzi, Ritratto di mio padre, sulla vita e la carriera di Ugo Tognazzi, che verrà presentato nel 2010 al Festival di Roma e, nel 2011, sarà finalista ai David di Donatello, oltre a ricevere una menzione ai Nastri d'Argento. Tra il 2010 e il 2012 collabora con le società di produzione Endemol e Mediavivere su varie fiction, tra cui Sos Befana, Un amore e una vendetta, Provaci ancora prof 4, Le tre rose di Eva, Rosso San Valentino. Nel 2011 collabora con Massimiliano Bruno all’interno di un laboratorio Teatrale e lavora come assistente alla regia nel film Ci vediamo a casa diretto da Maurizio Ponzi. Nel 2011/2012 è consulente d'archivio per il film-documentario Carlo!, che racconta la vita e il cinema di Carlo Verdone, diretto da Gianfranco Giagni e Fabio Ferzetti, prodotto da Lotus Production. Nel 2012, firma il soggetto della commedia corale al femminile Pane e burlesque con Massimiliano Bruno, di cui scrive la sceneggiatura con Michela Andreozzi. Nel 2013, con Peter Marcias, firma il soggetto del film-documentario Tutte le storie di Piera, documentario su Piera degli Esposti diretto da Peter Marcias e presentato all'ultimo Festival di Torino. Pane e burlesque, interpretato da Laura Chiatti, Sabrina Impacciatore, Michela Andreozzi e Giovanna Rei, è il suo primo lungometraggio.
(ultima modifica: 28/05/2014)