OFF - Ortigia Film Festival
I Viaggi Di Roby
locandina di "Ritratti: Andrea Zanzotto"

Cast

Con:
Andrea Zanzotto
Marco Paolini

Soggetto:
Carlo Mazzacurati
Marco Paolini

Sceneggiatura:
Carlo Mazzacurati
Marco Paolini

Montaggio:
Paolo Cottignola

Scenografia:
Luigi Polzelli

Fotografia:
Alessandro Pesci
Massimo Monico

Suono:
Remo Ugolinelli
Mario Iaquone

Aiuto regista:
Marina Zangirolami

Produttore:
Francesco Bonsembiante

Organizzazione generale:
Andrea Brigenti

Operatore di macchina:
Luciano Baresi

Operatore di macchina:
Fabrizio Vicari

Operatore di macchina:
Tonino Cesarini

Assistente operatore:
Claudio Palmieri

Assistente operatore:
Bruno Bianchella

Assistente operatore:
Emilio Della Chiesa

Assistente operatore:
Marina Kissopoulos

Ritratti: Andrea Zanzotto


Regia: Carlo Mazzacurati
Anno di produzione: 2000
Durata: 50'
Tipologia: documentario
Genere: biografico
Paese: Italia
Produzione: Vesna Film
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di ripresa: Pellicola
Sistema di montaggio: Lightworks
Titolo originale: Ritratti: Andrea Zanzotto

Sinossi: L'incontro fra Andrea Zanzotto e Marco Paolini si sviluppa entro tre nuclei fondamentali di ricerca: la natura, la storia, la lingua. La natura è intesa dal poeta come pensiero al quale rivolgersi in un continuo scambio e risonanza ma anche come improvvisa mutazione, cementificazione e offesa. La storia riguarda quello che è stato detto il secolo dell'ottimismo, secolo che ha visto crescere la fede nella scienza ma anche il collasso di qualsiasi forma di razionalità. La lingua è scoperta di un viaggio accidentato, segno di un lessico familiare, musica e canti di un paese, ma anche di un andare mendicando di altri linguaggi, ricercare le stratificazioni che li hanno intessuti; sino ad arrivare a quelli che sono i destinatari della poesia ed i luoghi della lettura per riscoprirne la sacralità.

"Ritratti: Andrea Zanzotto" è stato sostenuto da:
Regione Veneto


Libro sul film "Ritratti: Andrea Zanzotto":
"Ritratti: Andrea Zanzotto"
di Carlo Mazzacurati, 69 pp, Fandango, collana Ritratti, 2000
L'incontro fra Andrea Zanzotto e Marco Paolini si sviluppa entro tre nuclei fondamentali di ricerca: la natura, la storia, la lingua. La natura è intesa dal poeta come pensiero al quale rivolgersi in un continuo scambio e risonanza ma anche come improvvisa mutazione, cementificazione e offesa. La storia riguarda quello che è stato detto il secolo dell'ottimismo, secolo che ha visto crescere la fede nella scienza ma anche il collasso di qualsiasi forma di razionalità. La lingua è scoperta di un viaggio accidentato, segno di un lessico familiare, musica e canti di un paese, ma anche di un andare mendicando di altri linguaggi, ricercare le stratificazioni che li hanno intessuti; sino ad arrivare a quelli che sono i destinatari della poesia ed i luoghi della lettura per riscoprirne la sacralità.
prezzo di copertina: 20,00

Acquistalo su € 17.00



Video


Foto