I Viaggi Di Roby

I Premi collaterali della 64. Mostra
d'Arte Cinematografica di Venezia


Premio Migliore Film della "Settimana Internazionale della Critica" a "Zui Yaoyuan De Juli" di Lin Jingjie. Il Premio "Wella Professionals" Cinema Donna a Valeria Solarino. "Non Pensarci" di Gianni Zanasi si aggiudica anche il "Premio Fedic", assegnato dai Cineclub. A Pietro Marcello la "Menzione Speciale" di "Doc/It" per il documentario "Il Passaggio della Linea".


I Premi collaterali della 64. Mostra d'Arte Cinematografica di Venezia
Il "Premio Wella" Valeria Solarino
Ecco la lista dei vincitori dei premi collaterli della 64. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia:

Premio Migliore Film "Settimana Internazionale della Critica"
Zui Yaoyuan De Juli (La Massima Distanza Possibile) di Lin Jingjie

Premio "Fedic"
Non Pensarci di Gianni Zanasi
Motivazione: per la capacità di raccontare con divertita partecipazione mista a disincanto vizi e vitalità di una regione assunta a metafora dell'Italia di oggi

Premio "Wella Professionals" Cinema Donna
Valeria Solarino per il film Valzer
Motivazione: Valeria Solarino, simbolo di una femminilità attuale che percorre, si inserisce e vivifica con una specifica grazia un racconto cinematografico tecnicamente inusuale e coraggioso

Premio "Fipresci" di Venezia 64
La Graine et le Mulet di Abdellatif Kechiche
Man from Plains di Jonathan Demme (Orizzonti Doc)

Premio "Cinemavvenire" Migliore Film
I'm Not There di Todd Haynes

Premio Cinemavvenire Cinema per la Pace
La Zona di Rodrigo Plà

Premio Cattolico "Signis" Migliore Film
In the Valley of Elah di Paul Haggis
Motivazione: Perché attraverso la vicenda individuale e dolorosa di un padre alla ricerca del figlio scomparso appena tornato dall’Iraq, emerge con forza e incisività la disperazione sommersa di una nazione che si interroga sul sacrificio dei propri figli in nome di una guerra tanto strumentale quanto tragicamente inutile. Perché attraverso un linguaggio classico e al tempo stesso moderno, Paul Haggis riesce a fotografare la drammatica attualità della cronaca nel momento stesso in cui si trasforma in Storia

Premi "Signis" Menzioni Speciali
It's a Free World... di Ken Loach
La Graine et le Mulet di Abdellatif Kechiche

Premio dell'Europa Cinemas Label Migliore Opera della Sezione "Giornate degli Autori - Venice Days"
Tricks (Sztuczi) di Andrzej Jakimowski
Motivazione: Tricks è uno spaccato toccante, intimo sulla vita quotidiana della classe lavoratrice polacca rurale, un'indagine piena di emozione sulla nuova Europa. La direzione degli attori da parte di Jakimowski è particolarmente intensa, così come notevole è la fotografia di Adam Bajerski

Premio Doc/It
L'Aimée di Arnaud Desplechin
Motivazione: Un film intimo, pudico e coinvolgente, dove l'autore tenta di ritessere la tela delle generazioni di una famiglia. Un film che dimostra come la bellezza di un documentario non è per forza proporzionale all'importanza' del soggetto

Premio Doc/It Menzione Speciale
Il Passaggio della Linea di Pietro Marcello

Premio Navicella Venezia Cinema dell'Ente dello Spettacolo
La Graine et le Mulet" di Abdellatif Kechiche
Motivazione: Per il calore umano e la profondità dei sentimenti con i quali è suggestivamente raccontata una storia di arabi francesi, sostenendo i valori familiari e di solidarietà

Premio "Leoncino d'Oro" per il Cinema
The Darjeeling Limited di Wes Anderson

Premio "Open"
Nightwatching di Peter Greenaway
Motivazion: A un regista che con la sua opera riveli, in maniera inedita, un fertile interesse verso la seducente tematica della mutua interazione tra arte e cinema

Future Film Festival Digital Award
Redacted di Brian De Palma
Motivazione: Per l'uso rivoluzionario del lavoro di ripresa in alta definizione che pone le basi per un nuovo realismo digitale. E' uno dei primi film ad aver assorbito il linguaggio visivo di Internet, You Tube e del blog ribaltando l'assunto secondo il quale mescolando verità e finzione prevale la seconda

Queer Lion Award (Film con Tematiche Omossesuali)
The Speed of Life di Ed Radtke
Motivazione: Per la capacità di raccontare, con partecipazione, la tematica omosessuale attraverso una vicenda, sia pure 'fuori campo', che ricade su tutti i protagonisti della storia, e che mette in luce l'omofobia della società americana degli ultimi trent'anni, prima e dopo Stonewall

Queer Lion Menzione Speciale
Sleuth di Kenneth Branagh
Motivazione: Per avere esplicitato la tensione omoerotica dei due protagonisti, già presente nel testo di Anthony Shaffer, attraverso un'attenta scrittura in chiave camp del drammaturgo Harold Pinte

Premio "Mimmo Rotella" Arti Figurative
Nightwatching di Peter Greenaway
Motivazione: perchè puntano sulla vicenda artistica di Rembrandt e sulla costruzione di un ordito stilistico in cui l'elemento della luce e' fondamentale per l'estetica dell'opera

Premio Nazareno Taddei
La Graine et le Mulet di Abdellatif Kechiche

Premio per lo Stile "Persol"
Ferzan Ozpetek

Premio "Bastone Bianco" (Filmcritica)
La Fille Coupée en Deux di Claude Chabrol

Premio Human Rights Film Network Award
Jimmy Carter Man From Plains di Jonathan Demme

Human Rights Film Network Menzioni Speciali
Redacted di Brian De Palma
It's a Free World... di Ken Loach

Premio C.I.C.T. UNESCO "Enrico Fulchignoni"
Marocco Cinema Breve di Autori Vari

Premio Cinema D'Essai CICAE
Geomen Tangyi Sonyeo Oi (With the Girl of Black Soil) di Jeon Soo-il

Premio "Lina Mangiacapre"
Geomen Tangyi Sonyeo Oi ("With the Girl of Black Soil") di Jeon Soo-il

Premio "Lanterna Magica" (Cgs)
Tricks (Sztuczki) di Andrzej Jakimowski

Premio "Brian" Film più Laico (Uaar)
Le Ragioni dell'Aragosta di Sabina Guzzanti
Motivazione: Perche più degli altri ha portato sul grande schermo i valori della laicità

Segnalazione Cinema for Unicef
Redacted di Brian De Palma

08/09/2007

Simone Pinchiorri