Meno di 30
I Viaggi di Robi

COLPI DI FORTUNA - L'appuntamento di Natale


FilmAuro presenta il suo "film di natale". In un momento di estrema crisi cosa c' di meglio per risolvere le cose di un bel "colpo di fortuna"? Ce lo racconta Neri Parenti in tre storie interpretate da Luca e Paolo, De Sica e Mandelli, Lillo e Greg. Le flebili vicende sono lo spunto per le classiche gag del genere, le immancabili battute, i collaudati meccanismi, con un sapore di gi visto (in altri film non solo di natale...) che accompagna rassicurante la visione.


COLPI DI FORTUNA - L'appuntamento di Natale
Il cast di "Colpi di Fortuna"
Quello di Neri Parenti, uomo di intelligenza, acume e cultura, il film di Natale per definizione. Il film per chi va al cinema una sola volta all'anno e pi che cercare, come spesso si sente dire, qualcosa per "staccare la spina" o per "non pensare", va sul sicuro ammettendo il proprio analfabetismo cinematografico e scegliendo di non rischiare. Sono due tre milioni di italiani, alle volte quattro, in alcuni anni uno, ma sono comunque tanti in un paese che ancora il vincitore di pi Oscar stranieri, patria di correnti, culla di stili e di gen della settima arte.

Sapere di cinema, oggi, dopo oltre cento anni dalla sua invenzione assimilabile al saper leggere. Il cinema, i suoi personaggi, le battute, le storie sono entrati nella vita di tutti i giorni e, senza esagerare, nell'inconscio collettivo (non dico nel DNA perch termine ormai abusato anche per chi calcia le punizioni in serie B); il cinema si comincia a tramandare anche indirettamente e, grazie alla velocit della moderna comunicazione, si diffuso molto rapidamente, raggiungendo in pochi anni l'audience della scrittura (e della lettura, ma non da noi...). Dunque il gusto, la sensibilit, la conoscenza (anche grazie alla tv che mezzo ricco di cinema, come da un decennio internet), sono ormai cose diffuse e capire quale sia un film da vedere e uno da evitare, non pu che essere operazione automatica.

Per gli spettatori dei film di Natale per, l'azione di andarlo a vedere come quella di raccogliere le pagine gialle lasciate dal corriere nell'androne del palazzo; portarle a casa sapendo che non serviranno e che sono al 98% uguali a quelle dell'anno scorso. Per le prendono, per abitudine, per un senso di sicurezza, per non rischiare di non averle. E cos il film di Natale; tutti sono convinti che sia inutile eppure qualche milione di individui continua ad andarlo a vedere e ad alimentare un meccanismo perverso. Se incassa ne faranno un'altro, non migliore (perch rischiare di riconnettere quei cervelli?) ma uguale a quello vecchio e dunque peggiore perch sempre meno originale.

"Colpi di Fortuna" come gli altri, tre episodi con tre coppie di attori "molto televisivi" (tranne forse De Sica) che incontrano sul loro percorso la buona sorte che gli cambier la vita. Quattro gli sceneggiatori che lo hanno scritto: lo stesso Neri Parenti, Domenico Saverni, Alessandro Bencivenni e Volfango De Biase che pescando un po' qua un po' l nel cinema che funziona di oggi e di ieri (non visto dagli spettatori di riferimento) costruiscono una storia intorno agli attori.
Il cast ridotto all'osso con "la coppia" protagonista (Lillo e Greg, Luca e Paolo, De Sica e Mandelli) accompagnata nel proprio episodio da uno, massimo due comprimari. In sala da gioved 19.

17/12/2013, 09:28

Stefano Amadio