Napoli Film Festival
I Viaggi di Robi
locandina di "Profezia. L'Africa di Pasolini"

Cast


Sceneggiatura:
Gianni Borgna
Angelo Libertini

Musiche:
Marco Valerio Antonini

Montaggio:
Carlo Balestrieri

Fotografia:
Sergio Salvati

Aiuto regista:
Emanuela Morozzi

Supervisione artistica:
Enrico Menduni

Voce narrante:
Dacia Maraini

Voce di Pier Paolo Pasolini:
Roberto Herlitzka

Voce di Jean-Paul Sartre:
Philippe Leroy

Organizzazione generale:
Laura Buschi

Assistente alla regia:
Guglielmo Latini

Profezia. L'Africa di Pasolini


Regia: Gianni Borgna
Anno di produzione: 2013
Durata: 77'
Tipologia: documentario
Paese: Italia/Marocco
Produzione: Cinecittà Luce, Produzione Straordinaria
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di proiezione: DV, colore
Ufficio Stampa: Ufficio Stampa Cinecittà Luce
Titolo originale: Profezia. L'Africa di Pasolini

Recensioni di :
- VENEZIA 70 - La Profezia di Pierpaolo

Sinossi: Dopo Accattone (1961) Pasolini cerca in Africa la genuinità contadina e quella forza rivoluzionaria che invano aveva cercato nel suo Friuli e poi nel sottoproletariato romano.

Così la sua poesia e i film: La Rabbia (1963), Edipo Re (1967), Appunti per un’Orestiade africana (1968-1973).

Profezia - L'Africa di Pasolini esplora questa speranza che finirà in una nuova cocente delusione: l'Africa è un serbatoio di contraddizioni insanabili che esploderanno negli scontri, nelle dittature, nei massacri di ieri e di oggi. È un'Africa sfrangiata e dagli incerti confini, che parte dalle periferie del primo mondo. Paradossalmente le borgate di Roma in cui vivevano i sottoproletari di Accattone, come il Pigneto, adesso ospitano migliaia di extracomunitari.

L'afflato profetico di Pasolini continua a turbarci, quando descrive - trent'anni prima - l'esodo degli africani sui barconi e la loro "conquista" dell'Italia. Ma il poeta è destinato a una morte prematura, come Accattone a cui è dedicato l'inizio e la tragica fine del film.

  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto