I Viaggi Di Roby
locandina di "Un Piede in Terra e l'altro in Mare"

Cast

Con:
Mariangela Cattaneo (Le Piante)
Amanzio Pezzolo (Il Porto)
Franco Boeri "Roi" (L’Olio)
Alessandro Bagioli (La Navigazione)
Heydi Bonanni (Il Vino)
Simone Gambazza (La Pesca)
Carlotta Ghersi (I Fiori)
Franco Pellini (L’Acciaio)

Soggetto:
Silvio Soldini

Sceneggiatura:
Silvio Soldini

Musiche:
Fabrizio De Andrè (Canzone “A-Cimma”)

Montaggio:
Giorgio Garini

Fotografia:
Giuseppe Baresi

Aiuto regista:
Cinzia Castania

Produttore:
Lionello Cerri

Un Piede in Terra e l'altro in Mare


Director: Silvio Soldini
Year of production: 2007
Durata: 46’
Tipology: documentario
Genres: sociale
Country: Italia
Produzione: Lumière & Co.
Distributore: n.d.
Data di uscita: 20/12/2007
Aspect Ratio: Mini DV
Camera: DV Cam
Film editing by: Avid
Formato di proiezione: DVD, Beta SP, colore e bianco/nero
Press office: Ufficio Stampa Genova - Liguria Film Commission
Titolo originale: Un Piede in Terra e l'altro in Mare

Storyline: Da un verso della canzone di Fabrizio de Andrè, “A Cimm-a”, ritratti vividi e semplici di liguri che raccontano il loro lavoro, la loro storia, il loro territorio. Uomini e donne che dal mestiere, dalla professione e dal “saper fare” traggono identità, e non solo individuale.
C’è Amanzio, portuale, grande narratore del fascino di traffici e merci e degli uomini delle banchine che dice come “… i containers non sono mazzi di fiori, danno anche fastidio, ma questo sono i porti, e senza porti Genova e la Liguria non esisterebbero”. Ci sono gli sguardi e i silenzi di Simone, pescatore di Camogli e la storia di Mariangela, floricoltrice del Ponente, sull’orlo di realizzare “una bella fetta di sogno”, dopo aver rubato “un pezzo di terreno alla montagna”.
E c’è Franco che ha portato l’olio ligure a New York e negli Emirati Arabi; ed Alessandro, il comandante che ha visto e girato intorno al mondo cento volte sulla tolda di tante navi; Heydi, viticoltore di Riomaggiore che ha segnato il ritorno dei giovani alla terra.
Questo film parla dell’identità forte e antica che viene dal lavorare, per quanto duro e difficile, o persino “infernale”, come l’acciaieria descritta dal Franco, operaio metalmeccanico.
E parlandosi tra loro, i ritratti delle e dei liguri sembrano far vedere il filo che lega invisibile un territorio e una regione, nella sua bellissima imperfezione.

Ambientazione: Genova / Camogli / Riomaggiore / Liguria

Periodo delle riprese: Aprile 2006 - Settembre 2006

Budget: 100.000 euro

"Un Piede in Terra e l'altro in Mare" è stato sostenuto da:
Regione Liguria
Genova-Liguria Film Commission


Note:
Il titolo del documentario “Un Piede in Terra, l’altro in Mare” è ripreso da un verso della canzone di Fabrizio de Andrè, “A Cimm-a”.

Video


Foto