I Viaggi Di Roby

VENEZIA 79 - Siccita'


Paolo Virzì presenta Fuori Concorso il suo nuovo film corale, ambientato in una Roma alle prese con la mancanza d'acqua. Un gruppo di personaggi alle prese con le proprie insoddisfazioni


VENEZIA 79 - Siccita'
Silvio Orlando in "Siccità"
Tanti personaggi e tante storie che si incrociano in una Roma vittima della mancanza d'acqua. Non piove da tre anni e il Tevere è ormai un letto vuoto, pieno soltanto di rifiuti e animali morti, dunque "Siccità".
Quello di Virzì, scritto con Francesca Archibugi, Paolo Giordano e Francesco Piccolo, è un racconto di umanità, di personaggi con i loro personali problemi aggravati dalla mancanza d'acqua e dal caldo insopportabile. Le storie sono pretesti, accenni di eventi che potrebbero diventare racconto ma che si fermano o si perdono di fronte ai drammi personali.

C'è Silvio Orlando, a Rebibbia, che dopo 25 anni in carcere per omicidio evade per sbaglio e si ritrova fuori alla ricerca di qualcuno che è collegato alla sua vita precedente e al suo delitto. C'è Sara Serraiocco infermiera in un ospedale che si ritrova a interagire con parecchi degli altri personaggi ma, incinta di otto mesi ha a che fare con un problema più grande, un marito completamente inetto, Gabriel Montesi, in grado di incasinarsi la vita che sembrava aver preso la piega giusta. E poi c'è la coppia Pandolfi Marchioni; medico d'ospedale lei, avvocato di successo lui, il tassista Mastandrea che cerca di incontrare la figlia (sua e della Pandolfi) musicista classica e alle prese con un amore ancora solo accennato.
Ma non sono solo questi i personaggi che, come in una giostra, girano intorno alla propria esistenza trovando, ognuno il proprio finale non indipendente.

"Siccità" è un film corale che fotografa alcuni problemi esistenziali e di relazioni umane rimanendo in superficie anche sui temi dell'emergenza ecologica, utilizzando ogni aspetto come funzionale per mandare avanti la propria tesi spesso asciutta e vittima, proprio, della siccità.

01/01/2050

Natalia Giunti