Prato Citta Aperta - Concorso Cinematografico e Aufiovisivo
I viaggi di Roby
locandina di "Strane Straniere"

Strane Straniere


Regia: Elisa Amoruso
Anno di produzione: 2016
Durata: 78'
Tipologia: documentario
Genere: sociale
Paese: Italia
Produzione: Matriosca Video, Rai Cinema; in collaborazione con Tangram Film
Distributore: Istituto Luce
Data di uscita: 08/03/2017
Formato di proiezione: DCP, colore
Ufficio Stampa: Gabriele Barcaro / Ufficio Stampa Cinecittà Luce
Titolo originale: Strane Straniere

Recensioni di :
- FESTA DI ROMA 11 - "Strane Straniere", una nuova vita in Italia

Sinossi: Ana, Ljuba, Radi, Sihem e Sonia sono cinque donne arrivate in Italia da Paesi diversi.
Molti sono i motivi che le hanno spinte a lasciare le loro radici: l’amore, il lavoro, la curiosità o forse il destino. Eppure ognuna di loro è riuscita a dar vita a un’attività propria, reinventandosi e integrandosi con successo in una nuova realtà. Distanti per esperienza e provenienza, le accomuna l’essere straniere. Tra lavoro, famiglia e relazioni, le loro storie s’intrecciano per raccontare cosa significhi costruire un’identità in un altro Paese.

Radi ha lasciato la Bulgaria per un amore che si è rivelato una trappola. In Italia ha scoperto la passione del mare e ha creato una cooperativa di sole donne, la “Bio e mare”. Nel laboratorio di Carrara lei e le sue amiche preparano salse di pesce. Da quando ha lasciato il marito, queste donne sono la sua famiglia. Condividono un sogno: uscire in mare con un peschereccio tutto loro.

Ana è croata, Ljuba è serba. Entrambe sono arrivate in Italia come jugoslave, poi la guerra ha cambiato le loro nazionalità. Si sono incontrate per caso e “riconosciute” immediatamente, diventando inseparabili. Hanno aperto l’Atelier, una piccola galleria d’arte nel centro di Roma, che gestiscono insieme anche ora che Ljuba si è trasferita a Francoforte con la famiglia.

Sonia è la proprietaria del ristorante cinese più conosciuto di Roma. Parenti e amici la incontrano lì davanti ad una tazza di the o una grappa di rose. Come ogni anno prepara il Capodanno Cinese. Segue i riti propiziatori necessari a scacciare il maligno e destinati alla riuscita della festa. Suo marito, scomparso in Cina per due anni, finalmente è tornato. Sonia spera che il rito del lancio delle lanterne protegga il futuro del loro amore.

Sihem e il suo compagno Ciro vivono in campagna e si occupano degli animali. La loro giornata è fitta di impegni nell’associazione che Sihem ha fondato ad Aprilia, dopo l’arrivo dalla Tunisia, “La Palma del sud”: un pezzo di mondo arabo nel paesaggio laziale, ma anche un sostegno per tutti coloro che, italiani e stranieri, si trovano in difficoltà economiche.

Sito Web: http://www.stranestraniere.com/index.html

Ambientazione: Marina di Massa / Roma

"Strane Straniere" è stato sostenuto da:
MIBACT (Interesse Culturale)
Roma & Lazio Film Commission
Regione Lazio (Fondo Regionale per il Cinema e l’Audiovisivo)
Trust - Nel Nome della Donna
Frame by Frame
Soul Crime
Commissione Europea (Rappresentanza Italiana)


Video


Foto