I Viaggi Di Roby
locandina di "Il Fulgore di Dony"

Cast

Interpreti:
Greta Zuccheri Montanari (Dony Chiesi)
Saul Nanni (Marco Ghia)
Lunetta Savino (madre di Marco)
Giulio Scarpati (padre di Dony)
Ambra Angiolini (madre di Dony)
Andrea Roncato (padre di Marco)
Alessandro Haber (psichiatra)

Soggetto:
Pupi Avati
Tommaso Avati

Sceneggiatura:
Pupi Avati
Tommaso Avati

Musiche:
Lucio Gregoretti

Montaggio:
Ivan Zuccon

Costumi:
Maria Fassari

Scenografia:
Federico Calò Carducci

Fotografia:
Cesare Bastelli

Suono:
Piero Parisi (presa diretta)

Produttore:
Antonio Avati

Consulenza scientifica:
Roberto Sorrentino

Produttore RAI:
Alessandra Ottaviani

Produttore RAI:
Daniela Troncelliti

Direttore di Produzione:
Cristina Bravini

Il Fulgore di Dony


Regia: Pupi Avati
Anno di produzione: 2018
Durata: n.d.
Tipologia: film-tv
Paese: Italia
Produzione: Rai Fiction, Duea Film
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di proiezione: HD, colore
Titolo originale: Il Fulgore di Dony

Sinossi: Dony è una liceale bolognese. Studiosa, sveglia, carina senza essere bella, ama la danza classica, ma la prima volta in cui la conosciamo è di fronte a uno psichiatra che cerca di capire come sia possibile che sia accaduto quello che è accaduto. E’ a lui che Dony racconta la sua storia: come a seguito di un incontro fortuito si sia innamorata di Marco, sportivo, brillante, bello come il sole, e come lo ritrovi per caso in una corsia d’ospedale, vittima di quello che sembra un banale incidente di sci. I due ragazzi, pur così diversi, sembrano legare e Dony immagina una grande storia d’amore.

Ma l’incidente non è banale: il danno neurologico conduce Marco nell’ombra della sua camera, con l’unica compagnia dell’amore disperato e protettivo di sua madre. E’ proprio sua madre che contatta la ragazza, nella speranza di ricreare intorno al figlio sfortunato un ambiente stimolante che somigli a quello di un tempo. Dony è generosa e si inoltra nel mondo sconosciuto di Marco, fatto ormai solo di piccole cose semplici: pettinarsi, mangiare, cambiare maglietta. Il percorso è difficile, e lei accetta, rifiuta e accetta di nuovo. I suoi genitori non la capiscono. Tutto il loro amore non basta a giustificare quella che sembra una pazzia: Dony perde colpi a scuola, si allontana dai suoi interessi per dedicarsi a qualcuno che non potrà offrirle altro che un infantile attaccamento.

La soluzione che trovano è una terapia che faccia luce su questo cambiamento di vita. Ma il cambiamento è tale, talmente grande e profondo che nulla può fermarlo, non l’affetto della famiglia né i consigli dei professori né la presenza dei compagni di scuola. Il fulgore interiore di Dony aiuta Marco a sorridere, e questo per lei è un dono speciale. I due ragazzi si sposano, con una improbabile cerimonia di gioia. Ed è la gioia di Dony la risposta che lo psichiatra stava cercando. Non c’è follia in lei, se non quella dell’amore più puro.

Ambientazione: Bologna / Roma

Video


Foto