OFF - Ortigia Film festival
I viaggi di Roby
locandina di "Camorra"

Cast


Soggetto:
Francesco Patierno
Isaia Sales

Sceneggiatura:
Francesco Patierno
Isaia Sales

Musiche:
Meg

Montaggio:
Maria Fantastica Valmori
Sarah Farmad (Assistente)

Suono:
Matteo Bendinelli (sound design)

Aiuto regista:
Gianmarco Altieri

Voce Narrante:
Meg

Color Correction:
Federico Belati

Coordinamento di Produzione:
Adriano Vivona

Camorra


Regia: Francesco Patierno
Anno di produzione: 2018
Durata: 70'
Tipologia: documentario
Paese: Italia
Produzione: Todos Contentos Y Yo Tambien, Rai Cinema, Rai Teche
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di proiezione: DCP, colore
Ufficio Stampa: Viviana Ronzitti
Titolo originale: Camorra

Recensioni di :
- VENEZIA 75 - La "Camorra" come la raccontava la tv

Sinossi: Il film di Francesco Patierno è un suggestivo ritratto storico e socio‐antropologico del capoluogo campano e della criminalità organizzata che lo affligge. Frutto di mesi di ricerca tra i tesori degli archivi di Rai Teche, i sorprendenti filmati d’epoca, molti dei quali inediti, trovano un legame viscerale nella musica e nelle canzoni originali scritte da Meg.   “Camorra” scava nell’anima di una città imperscrutabile. Nei filmati delle Teche Rai e nelle fotografie dell’Archivio Riccardo Carbone c’è il racconto, che va dagli anni Sessanta agli anni Novanta, dello svilupparsi del fenomeno camorristico: dal rapporto di subordinazione alla mafia, che gestiva in Campania il contrabbando di sigarette negli anni del dopoguerra attraverso famiglie locali, fino all’avvento di Cutolo che riesce a unificare il proprio potere estorsivo in una sola grande organizzazione militare ed economica fornendo ai suoi membri un’ideologia identitaria di riscatto sociale e territoriale. Il culmine del potere cutoliano coincide con una delle vicende più oscure della storia della Repubblica, quando viene rapito l’assessore Ciro Cirillo dalle Brigate Rosse e i servizi segreti si rivolgono a Cutolo affinché tratti con i terroristi per il rilascio del politico: il boss fa liberare Cirillo, lo Stato gli è debitore. “Camorra” costruisce una narrazione diversa dal solito, che va ben oltre il sangue e la violenza cui siamo sempre più anestetizzati; l’obiettivo che più di tutti si prefigge il film è quello di una ricerca di senso che renda leggibile la camorra. Perché, forse, solo attraverso una profonda comprensione è possibile sperare in un cambiamento.

Video


Foto