OFF - Ortigia Film Festival
I Viaggi Di Roby

Cast

Interpreti:
Lodo Guenzi
Matteo Gatta
Jacopo Costantin

Soggetto:
Maurizio Paganelli (Libro “Addio Ceausescu”)
Andrea Riceputi (Libro “Addio Ceausescu”)

Produttore:
Paolo Rossi Pisu

Est - Dittatura Last Minute


Regia: Antonio Pisu
Anno di produzione: 2020
Durata: 104'
Tipologia: lungometraggio
Paese: Italia
Produzione: Genoma Films
Distributore: I Wonder Pictures
Data di uscita: n.d.
Formato di proiezione: DCP, colore
Ufficio Stampa: Echo Group
Titolo originale: Est - Dittatura Last Minute

Sinossi: 1989. A poche settimane dalla caduta del muro di Berlino, Pago, Rice e Bibi, tre ragazzi di venticinque anni, lasciano la tranquilla Cesena in cerca di avventura: dieci giorni di vacanza nell’Europa dell’est, verso quei luoghi in cui è ancora presente il regime sovietico. Giunti a Budapest conoscono Emil, un rumeno in fuga dal suo paese a causa della dittatura. L’uomo, preoccupato per la famiglia rimasta in Romania, chiede l’aiuto dei tre giovani. Il compito è portare una valigia alla moglie e alla figlia. Durante il lungo tragitto, tra paesi deserti, ristoranti senza cibo e persone disposte a donare tutto quello che hanno pur di apparire ospitali, i tre raggiungono finalmente la capitale. L’apertura del bagaglio di fronte alla moglie Andra, la figlia Adina di sei anni e nonna Costelia, suscita una grande emozione. Due mesi dopo è quasi Natale. Il telegiornale annuncia la fine del regime di Ceausescu. Pago, Rice e Bibi sono tornati alle loro vite di sempre in Italia.

Ambientazione: Cesena / Romania

"Est - Dittatura Last Minute" è stato sostenuto da:
Regione Emilia Romagna
Emilia Romagna Film Commission


Libro sul film "Est - Dittatura Last Minute":
"Addio Ceausescu. Tre Giovani Romagnoli alla Scoperta e all'Avventura oltre la Cortina di Ferro"
di Maurizio Paganelli, Andrea Riceputi, 128 pp, Il Ponte Vecchio, collana Memorandum, 2019
Il viaggio in Romania è il racconto del conoscere strade, villaggi, città, monumenti, ma anche e forse soprattutto è avventura, vissuta con un senso di libertà e assai spesso con il gusto incoercibile del vietato e del proibito, ed è nello stesso tempo incontro con la miseria e l'arretratezza di un paese del cosiddetto socialismo reale: un orizzonte inatteso ed ignoto con il dramma di genti cui regimi totalitari rubano la bellezza, oscurano il desiderio, ammutoliscono la speranza. L'interesse suscitato da questa memoria di giovani all'avventura oltre la Cortina di Ferro consiste nel fatto che il loro viaggio si compie negli stessi giorni in cui un altro tempo giunge alla sua drammatica conclusione, e cioè nei giorni in cui la Romania si solleva contro il dittatore, meglio il Conducator, che ha tenuto il suo Paese nella miseria e nell'inganno per lungo numero d'anni. La fine di Ceausescu è la clausole di questo libro e forse è in grado di suscitare nel lettore una riflessione estrema, tra pena e catarsi: indica che - quando una lunga ininterrotta oppressione di popoli interi non può trovare giustizia - può capitare alla violenza di vestirsi di una qualche luce di giustizia.
prezzo di copertina: 13,00


Video


Foto