I Viaggi Di Roby

Terminate le riprese del nuovo film di Marco
Tullio Giordana "Romanzo di una Strage"


Terminate le riprese del nuovo film di Marco Tullio Giordana
Dopo 12 settimane di lavorazione sono terminate ieri 3 agosto le riprese del film di Marco Tullio Giordana “Romanzo di una Strage”. L’ultima scena girata è stata quella in cui il giudice Giancarlo Stiz (l’attore Diego Ribon) rinvia a giudizio per la strage di piazza Fontana i neofascisti Franco Freda (Giorgio Marchesi) e Giovanni Ventura (Danis Fàsolo) e trasferisce di conseguenza gli atti dal tribunale di Treviso a quello di Milano. Dopo 5 processi, fughe all’estero e successivi rientri, Freda e Ventura sono stati assolti per insufficienza di prove. Nel 2005 la Suprema Corte di Cassazione - assolvendo Delfo Zorzi e Carlo Maria Maggi nel frattempo incriminati – ha tuttavia riconosciuto Freda e Ventura colpevoli di strage ma non più giudicabili.

ll film di Marco Tullio Giordana “Romanzo di una strage”, prodotto da Riccardo Tozzi per Cattleya e Rai Cinema, è stato scritto dal regista insieme a Sandro Petraglia e Stefano Rulli, coi quali aveva già collaborato per “Pasolini, un delitto italiano” e “La meglio gioventù”. Il film, basato su una minuziosa ricostruzione dei fatti - anche alla luce di più recenti indagini - narra il contesto e le conseguenze della bomba esplosa alla Banca Nazionale dell’Agricoltura di piazza Fontana a Milano, il 12 dicembre 1969, che causò 17 vittime (alle quali il film è dedicato) e un’ottantina di feriti, inaugurando la cosiddetta “strategia delle tensione”. La bomba, considerata inizialmente di matrice anarchica, fini invece per rivelarsi, tra mille ostacoli e depistaggi, di matrice neofascista. Figure centrali del racconto sono quelle dell’anarchico Giuseppe Pinelli (interpretato da Pierfrancesco Favino) che precipitò dal quarto piano della questura di Milano in circostanze mai veramente chiarite, e del commissario della Squadra politica Luigi Calabresi (Valerio Mastandrea) al quale fu addebitata la responsabilità morale del terribile episodio. Luigi Calabresi proseguì per proprio conto le indagini sulla bomba di piazza Fontana finché non venne assassinato nel 1972.

Altri interpreti del film sono Michela Cescon (Licia Pinelli), Laura Chiatti (Gemma Calabresi), Fabrizio Gifuni (Aldo Moro), Omero Antonutti (Giuseppe Saragat), Luigi Lo Cascio (giudice Polillo), Giorgio Colangeli (Federico Umberto D’Amato), Giorgio Tirabassi (il Professore), Stefano Scandaletti (Pietro Valpreda), Denis Fasolo (Giovanni Ventura), Giorgio Marchesi (Franco Freda) e Thomas Trabacchi (il giornalista Marco Nozza).

04/08/2011, 17:04