Meno di 30
I Viaggi di Robi

Visioni Italiane - Officinema




LUNGOMETRAGGI ITALIANI PROIETTATI sezione trailer recensioni
Il Vento Fa il Suo Giro (di Giorgio Diritti) Fare Cinema a Bologna recensione

CORTOMETRAGGI ITALIANI PROIETTATI sezione trailer recensioni
Do You See Me? (di Alessandro De Cristofaro) Visioni Italiane  
Homo Homini Lupus (di Matteo Rovere) Visioni Italiane    
Ieri (di Luca Scivoletto) Visioni Italiane  

DOCUMENTARI ITALIANI PROIETTATI sezione trailer recensioni
Arenella Gang (di Marta Tagliavia) Visioni Doc    
Cecucine (di Frediana Fornari, Chiara Rolandi) Fare Cinema a Bologna    
Face to Face: I Giovani di Neve Shalom - Wahat al Salam (di Mariagrazia Moncada, Danielle Mitzman) Visioni Doc  
Furriadroxus (di Michele Mossa, Michele Trentini) Visioni Doc    
Gara de Nord_Copii Pe Strada (di Antonio Martino) Visioni Doc recensione
Giancarlo Santi: Facevo Er Cinema (di Anton Giulio Mancino) Visioni Doc    
I Giocattoli di Armando (di Daniele Balboni, Marco Pagliaro) Visioni Doc    
Il Bravo Gatto Prende i Topi (di Francesco Conversano, Nene Grignaffini) Visioni Doc  
La Danza dell'Amore (di Luca Soriano) Visioni Doc    
La Vera Leggenda di Tony Vilar (di Giuseppe Gagliardi) Fare Cinema a Bologna  
Lame: La Porta della Memoria (di Danilo Caracciolo) Fare Cinema a Bologna  
Lontano dagli Eroi Vicino agli Uomini - Storie di Lotta Partigiana ad Ovest del Reno (di Danilo Caracciolo) Fare Cinema a Bologna  
Moglie e Buoi dei Paesi Tuoi (di Maura Delpero) Visioni Doc  
Nel Lavoro di Sandra (di Giangiacomo De Stefano) Visioni Doc  
Pasolini Prossimo Nostro (di Giuseppe Bertolucci) Evento Speciale Prefestival - Anteprima  
Polvere (di Caterina Carone) Visioni Doc    
Quando Capita di Perdersi (di Sergio Basso) Visioni Doc    

Data: 22/11/2006 - 26/11/2006
Luogo: Bologna, Italia
Periodo: Febbraio
Sito Web: http://www.cinetecadibologna.it
Ostello: San Sisto
Descrizione:
Visioni Italiane nasce nel 1994 per dare a spazio a tutti quei lavori dal formato irregolare che ogni anno vengono realizzati dai giovani autori sul territorio nazionale e che rimangono per lo più invisibili: cortometraggi, documentari, film sperimentali, opere d’esordio in cerca di una distribuzione. Gli anni Novanta hanno visto il proliferare in Italia di tanti piccoli festival che, dopo poche edizioni, hanno chiuso i battenti: ciò non è accaduto a Visioni Italiane perché la Cineteca di Bologna ha creduto fosse importante dare spazio in modo continuativo alle opere dei giovani autori, seguendo il loro cammino professionale e offrendo un luogo di confronto con altri autori e con il pubblico. Diversi sono i registi passati da Visioni Italiane e poi approdati al lungometraggio, diventati noti a livello nazionale e internazionale: Gianni Zanasi, Matteo Garrone, Daniele Gaglianone, Gianluca Tavarelli, Paolo Genovese, Luca Miniero, Francesco Amato, Salvatore Mereu, Francesco Munzi, i fratelli De Serio e tanti altri.