!Xš‚‰

Io Sono l'Abisso


Regia: Donato Carrisi
Anno di produzione: 2022
Durata: 126'
Tipologia: lungometraggio
Genere: drammatico
Paese: Italia
Produzione: Palomar, Vision Distribution; in collaborazione con Sky Italia
Distributore: Vision Distribution
Data di uscita: 27/10/2022
Formato di proiezione: DCP, colore
Ufficio Stampa: Fosforo / Ufficio Stampa Vision Distribution
Vendite Estere: Vision Distribution
Titolo originale: Io Sono l'Abisso

Recensioni di :
- IO SONO L'ABISSO - Genitori e figli in un thriller d'impatto

Sinossi: Il suo lavoro è occuparsi della spazzatura. La gente non pensa mai a ciò che getta via. Invece lui sa che proprio tra i rifiuti si nascondono i segreti delle persone. Ed è così che sceglie le sue vittime.
«Le persone dicono bugie, ingannano. La spazzatura no, la spazzatura non mente.»
Ma, nella sua esistenza ordinata e solitaria, un giorno irrompe una ragazzina. Si è gettata nel lago come un rifiuto e lui l’ha salvata. Ma lui non salva le persone. Per questo all’inizio scappa via. Però poi torna indietro e la osserva di nascosto. E capisce ciò che nessuno sa capire. Che la ragazzina ha un segreto e ha urgente bisogno di aiuto.
Ma aiutarla metterà a rischio la sua invisibilità.
Infatti, mentre tutto questo accade, la più improbabile delle cacciatrici intuisce che là fuori c’è qualcuno che uccide le donne sole dai capelli biondi. Sa che nessuno le crederà perché, per la gente del lago, lei è solo matta. Ma non può tirarsi indietro e ha poco tempo. E, se riuscirà a fermare il mostro, potrà liberarsi dalla maledizione del passato.
Ci sono tre storie che scorrono nel buio. Tre anime che stanno per incontrarsi. Dentro l’abisso.

Sito Web: http://

Ambientazione: Lago di Como

Divieti: vietato ai minori di 14 anni

Libro sul film "Io Sono l'Abisso":
"Io Sono l'Abisso"
di Donato Carrisi, 384 pp, collana La Gaja scienza, 2020
Sono le cinque meno dieci esatte. Il lago s'intravede all'orizzonte: è una lunga linea di grafite, nera e argento. L'uomo che pulisce sta per iniziare una giornata scandita dalla raccolta della spazzatura. Non prova ribrezzo per il suo lavoro, anzi: sa che è necessario. E sa che è proprio in ciò che le persone gettano via che si celano i più profondi segreti. E lui sa interpretarli. E sa come usarli. Perché anche lui nasconde un segreto. L'uomo che pulisce vive seguendo abitudini e ritmi ormai consolidati, con l'eccezione di rare ma memorabili serate speciali. Quello che non sa è che entro poche ore la sua vita ordinata sarà stravolta dall'incontro con la ragazzina col ciuffo viola. Lui, che ha scelto di essere invisibile, un'ombra appena percepita ai margini del mondo, si troverà coinvolto nella realtà inconfessabile della ragazzina. Il rischio non è solo quello che qualcuno scopra chi è o cosa fa realmente. Il vero rischio è, ed è sempre stato, sin da quando era bambino, quello di contrariare l'uomo che si nasconde dietro la porta verde. Ma c'è un'altra cosa che l'uomo che pulisce non può sapere: là fuori c'è già qualcuno che lo cerca. La cacciatrice di mosche si è data una missione: fermare la violenza, salvare il maggior numero possibile di donne. Niente può impedirglielo: né la sua pessima forma fisica, né l'oscura fama che la accompagna. E quando il fondo del lago restituisce una traccia, la cacciatrice sa che è un messaggio che solo lei può capire. C'è soltanto una cosa che può, anzi, deve fare: stanare l'ombra invisibile che si trova al centro dell'abisso.
prezzo di copertina: 22,00


Note:
Tratto dal romanzo “Io sono l’abisso” di Donato Carrisi, edito da Longanesi

Video


Foto