I Viaggi Di Roby
locandina di "Carla"

Cast

Interpreti:
Alessandra Mastronardi (Carla Fracci)
Lorenzo Lavia (Luchino Visconti)
Claudia Coli (Signorina De Calboli)
Elena Cotta (nonna)
Maria Amelia Monti (Santina Fracci)
Pietro Ragusa (Luigi Fracci)
Paola Calliari (Ginevra Andegari)
Valentina Romani (Anita Spelta)
Maurizio Donadoni (sovrintendente Antonio Ghiringhelli)
Paola Lavini (Maria Callas)
Alan Cappelli Goetz (Erik Bruhn)
Elisa Proietti (Carla da bambina)
Gabriele Rossi (II) (Mario Pistoni)

Soggetto:
Fabio Scamoni
Graziano Diana

Sceneggiatura:
Graziano Diana
Chiara Laudani
Emanuele Imbucci (Collaborazione)
Fabio Scamoni (Collaborazione)

Musiche:
Pasquale Catalano (I)

Montaggio:
Marco Rizzo

Costumi:
Magda Accolti Gil

Scenografia:
Fabio Vitale

Fotografia:
Luigi "Gigi" Martinucci

Suono:
Matteo Botticelli

Aiuto regista:
Saverio Di Biagio

Produttore:
Gloria Giorgianni
Fabio Scamoni
Tore Sansonetti (Associato)
Carlotta Schinina' (Associato)
Lorenza Bizzarri (Rai)
Gianluca Casagrande (Rai)

Consulente alla Realizzazione:
Carla Fracci

Consulente alla Realizzazione:
Beppe Menegatti

Consulente alla Realizzazione:
Luisa Graziadei

Organizzazione:
Simone Manzella

Delegata di produzione Anele:
Iolanda Cirillo

Delegato di produzione Anele:
Lorenzo Taboga

Direttore di produzione:
Alessandro Martino

Attrezzista di Scena:
Fabrizio Piegiovanni

Sarta di Scena:
Daniela Zanotti

Capo Costruttore:
Franco Puccio

Carla


Director: Emanuele Imbucci
Year of production: 2021
Durata: 100'
Tipology: lungometraggio
Genres: biografico
Country: Italia
Produzione: Anele, Rai Fiction
Distributore: QMI
Data di uscita: 08/11/2021
Formato di proiezione: DCP, colore
Press office: Mongini Comunicazione / Rai Fiction / Arianna Monteverdi
Titolo originale: Carla

Storyline: Liberamente ispirato all’autobiografia di Carla Fracci “Passo dopo passo – La mia storia” e realizzato con la consulenza diretta della stessa Carla Fracci, del marito Beppe Menegatti e della loro collaboratrice storica Luisa Graziadei, il film ripercorre il percorso umano e professionale di un’icona della danza mondiale, universalmente riconosciuta come una delle più grandi étoile del XX secolo e definita nel 1981 dal New York Times “prima ballerina assoluta”.

Il racconto parte dalla storia di Carla bambina nell’immediato dopoguerra, poi adolescente e giovane donna nella Milano degli anni ‘50-‘60, ne racconta l’ascesa al successo e la difficile scelta di diventare mamma in un momento cruciale della sua carriera. Istinto, passione e sfida, gli elementi che caratterizzano la storia di una grande eccellenza femminile del nostro Paese.

Ambientazione: Roma / Orvieto / Milano

"Carla" è stato sostenuto da:
Regione Lombardia
Comune di Orvieto
MIBACT


Libro sul film "Carla":
"Passo Dopo Passo - La Mia Storia"
di Carla Fracci, 207 pp, Mondadori, collana Ingrandimenti, 2013
Giselle, Giulietta, Cenerentola, Medea, Swanilda, Francesca da Rimini... sono più di duecento i personaggi interpretati da Carla Fracci, più di duecento i ruoli, le interpretazioni, le storie portate in scena con varietà estrema e sentimento esasperato, perché "il balletto ha un linguaggio più penetrante di quello teatrale, forse è proprio l'assenza della parola a renderlo tale". In un'autobiografia intima, Carla Fracci racconta l'infanzia trascorsa nella campagna lombarda e l'ingresso alla Scuola di ballo del Teatro alla Scala, il Passo d'Addio delle allieve licenziande e i trionfi con l'American Ballet Theatre e sui palcoscenici più importanti del mondo: Los Angeles, Mosca, L'Avana, Tokyo, Londra... Figlia di Luigi, tranviere, e Santina, operaia, lontana parente di Giuseppe Verdi grazie alla prima moglie del nonno, Carla confessa l'amore per la famiglia e l'onestà, per la danza, che ha voluto portare fino ai centri più piccoli, per la musica e l'armonia, "ciò che mi porta l'ispirazione, ancor più dell'ambiente". Acclamata dai più autorevoli critici di balletto e applaudita con calore da pubblici di ogni levatura, Carla Fracci è stata partner artistica dei più gloriosi danzatori del mondo: Erik Bruhn, Rudolf Nureyev, Mikhail Baryshnikov, Mario Pistoni e Paolo Bortoluzzi. Ha lavorato con coreografi come John Cranko, Maurice Béjart e Antony Tudor e la sua vita è sempre stata circondata da poeti, su tutti Eugenio Montale che le dedicò la lirica: La danzatrice stanca.
prezzo di copertina: 18,00


Video


Foto