Streeen.org
I Viaggi Di Roby
locandina di "Giovanni Falcone - L'Uomo che Sfido' Cosa Nostra"

Cast

Interpreti:
Massimo Dapporto (Giovanni Falcone)
Elena Sofia Ricci (Francesca Morvillo)
Emilio Solfrizzi (Paolo Borsellino)
David Coco (Ninni Cassara')
Pietro De Silva (Giuseppe Ayala)
Francesco Pannofino (Tommaso Buscetta)
Cesare Bocci (Emanuele Basile)
Paolo Briguglia (Calogero Zucchetto)
Adriano Chiaramida (Rocco Chinnici)
Giacinto Ferro (Gaetano Costa)
Nino D'Agata (Nino Salvo)
Vincent Riotta (Rudolph Giuliani)
Carlo Cartier (Rosario Lo Monaco)
Luciano Scarpa (Antonio Montinaro)
Vanni Materassi (Antonino Caponnetto)
Alessia Goria (Agnese Borsellino)
Sonia Gessner (Luisa Bentivegna)
Mauro Marino (Giuseppe Di Lello)
Anita Zagaria (Liliana Ferraro)
Maria Laura Rondanini (Laura Cassara')
Mario Pupella (Rosario Spatola)
Ubaldo Lo Presti (Avvocato Vigano')
Giuseppe Tumminello (Giornalista TGR)
Turi Catanzaro (Ministro)
Fulvio Giovanni D'Angelo (Avvocato)
Massimo D'Anna (Organizzatore del Convegno Politico Istituzionale alla Villa)
Fiorenzo Fiorito (Sindaco del Matrimonio Civile di Falcone e Morvillo)
Leonardo Marino (Giudice Antonino Meli)
Luigi Nicolosi (Addetto alla Reception dell'Albergo "La Tonnara")
Giuseppe Santostefano (Cassiere del Banco di Mazara)
Riccardo Maria Tarci (Agente Immobiliare)

Soggetto:
Pietro Calderoni
Gualtiero Rosella
Francesco La Licata (Libro "Storia di Giovanni Falcone")

Sceneggiatura:
Pietro Calderoni
Gualtiero Rosella

Musiche:
Ennio Morricone

Montaggio:
Luca Montanari

Costumi:
Mariolina Bono

Scenografia:
Luciano Ricceri

Effetti:
Gianluca Dentici
Luca Serafini
Gianfranco Sgura

Fotografia:
Daniele Nannuzzi

Suono:
Alessandro Boscolo
Andrea Caucci
Andrea Doni
Saverio Lancia
Gilberto Martinelli
Tullio Morganti
Gianni (Giovanni) Pallotto
Davide Palmiotto
Paolo Pucci
Ivan Sibio
Fabio Venturi

Produttore:
Carlo Degli Esposti
Fabrizio Zappi (Rai)

Produttore Esecutivo:
Gianni Sarago'

Make-Up:
Miriam Lanciotti

Assistente alla Regia:
Lorenzo Grasso

Assistente alla Regia:
Simone Spada

Colorist:
Ivan Tozzi

Location Manager:
Ugo Polizzi

Giovanni Falcone - L'Uomo che Sfido' Cosa Nostra


Director: Andrea Frazzi, Antonio Frazzi
Year of production: 2006
Durata: 196'
Tipology: film-tv
Genres: biografico/drammatico
Country: Italia
Produzione: Cinergy Pictures, Palomar, EndemolShine Italy, Rai Fiction
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di proiezione: HD, colore
Press office: Rai Fiction
Export sales: Rai Trade
Titolo originale: Giovanni Falcone - L'Uomo che Sfido' Cosa Nostra

Storyline: Il film si snoda attraverso vent’anni di storia di lotta alla mafia a Palermo. Inizia nel 1980, quando Giovanni Falcone è da pochi mesi giudice istruttore a Palermo, e segue le vicende che condurranno alla sua morte, nel 1992. Dai primi successi nella lotta alla criminalità organizzata, con le scoperte dei legami tra i clan mafiosi italo-americani, agli attentati che uccidono a uno a uno i colleghi e collaboratori di Falcone, da Basile a Costa a Chinnici a Cassarà, alla stagione del pool antimafia, iniziata dalle rivelazioni di Tommaso Buscetta e conclusa con le condanne del maxiprocesso. Accanto alle vicende giudiziarie si svolge anche la storia d’amore con Francesca Morvillo, fino alla tragica fine dell’attentato di Capaci. Il film si chiude con le indimenticabili sequenze dei funerali del giudice e della sua scorta e le parole commoventi pronunciate dalla vedova Rosaria Schifani; e in contrapposizione la foto di Giovanni Falcone bambino, quasi un monito ai mafiosi che non vogliono cambiare e un incitamento per le generazioni future.

Sito Web: https://www.raiplay.it/programmi/giovannifalcon...

Ambientazione: Palermo / Roma / New York (USA)

Libro sul film "Giovanni Falcone - L'Uomo che Sfido' Cosa Nostra":
"Storia di Giovanni Falcone"
di Francesco La Licata, 238 pp, Rizzoli, collana Varia Saggistica Italiana, 1993
La vita e le opere di Giovanni Falcone, il giudice morto perché aveva combattuto veramente la mafia, nella testimonianza e nel ricordo della sorella Maria e di Francesco La Licata, un giornalista che gli fu amico. Un ritratto non agiografico di un uomo che è il simbolo dell'Italia onesta. articolata e parzialmente clandestina e ha stretto collegamenti con movimenti analoghi in Europa, negli Stati Uniti, in Africa e in Russia. ci conduce nelle pieghe più nascoste del nuovo capitalismo sovietico.
prezzo di copertina: 12,00


Video


Foto