Toscana Filmmakers Festival 2021
I Viaggi Di Roby
locandina di "Mina Settembre"

Cast

Interpreti:
Serena Rossi (Mina)
Giuseppe Zeno (Domenico)
Marina Confalone (Olga)
Giorgio Pasotti (Claudio)
Valentina D'Agostino (Titti)
Christiane Filangieri (Irene)
Miloud Mourad Benamara (Ahmed)
Nando Paone (Rudy)
Massimo Wertmuller (Generale)
Rosalia Porcaro (Rosaria)
Ruben Rigillo (Vittorio)
Susy Del Giudice (Sonia/Nunzia)
Francesco Di Napoli (Gianluca)
Davide Devenuto (Paolo)
Michele Rosiello (Giordano)
Primo Reggiani (Max)
Lorena Cacciatore (Giada)
Kiara Tomaselli (Piera)
Maria Vera Ratti (Nanninella)
Antonio Buonanno (Salvatore)
Mimmo Esposito (professor Brunelli)
Claudia Ruffo (Lucia)
Salvatore Striano (Pasquale)
Giuseppe "Peppe" Lanzetta (Michele)
Daria D'Antonio (Concetta)
Angelo Caianello (Thomas)

Soggetto:
Maurizio De Giovanni

Sceneggiatura:
Fabrizio Cestaro
Doriana Leondeff
Fabrizia Midulla
Marco Videtta
Costanza Durante

Musiche:
Andrea Ridolfi
Vito Abbonato

Montaggio:
Luciana Pandolfelli
David Tomasini (collaborazione)

Costumi:
Grazia Materia

Scenografia:
Carlo De Marino

Fotografia:
Sebastiano De Pascalis

Suono:
Daniele Maraniello
Roberto Bartoli

Casting:
Claudia Marotti
Roberta Corrirossi
Massimiliano Pacifico
Adele Gallo

Aiuto regista:
Matteo Mandelli
Solange Tonnini

Produttore:
Fulvio Lucisano
Paola Lucisano

Head story:
Fabrizio Cestaro

Story Editor:
Costanza Durante

Story Editor:
Dario Sardelli

Direttore di produzione:
Bruno Morra

Direttore di produzione:
Silvia Natili

Organizzatore Generale:
Ezio Orita

Organizzatore Generale:
Veronica Coppola

Produttrice artistico:
Guia Loffredo

Produttore esecutivo:
Giulio Steve

Produttori RAI:
Lorenza Bizzarri

Produttori RAI:
Luigi Mariniello

Mina Settembre


Director: Tiziana Aristarco
Year of production: 2020
Durata: 50'x12 episodi
Tipology: film-tv
Genres: drammatico/sociale
Country: Italia
Produzione: I.I.F. Italian International Film, Rai Fiction
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di proiezione: HD, colore
Press office: Rai Fiction
Titolo originale: Mina Settembre

Storyline: Mina Settembre è un’assistente sociale, sempre pronta a prendersi carico dei tanti casi che giungono al consultorio dove lavora, nel Rione Sanità di Napoli. Cuore pulsante della città, è anche una zona difficile e problematica, dove spesso si vive al limite della legalità. Per seguire la sua vocazione lavorativa, Mina ha lasciato lo studio da psicologa al Vomero, con un colpo di testa che le ha alleggerito il portafogli, ma che non smette di regalarle emozioni forti e soddisfazioni immense. Mina sa essere pragmatica e piena di risorse: riesce a tirare fuori la gente dai guai e a risolvere con fantasia e testardaggine le vicende turbolente di chi le chiede aiuto. Capace di aggiustare ciò che sembra rotto per sempre, Mina non riesce, però, a fare lo stesso con il suo cuore: ha un marito magistrato, Claudio, dal quale si è separata da poco e che cerca disperatamente di riconquistarla, e nel frattempo si sente attratta da Domenico, il nuovo ginecologo del consultorio. In più ci si mette pure sua madre Olga, donna caustica e dalla battuta al vetriolo, a metterle pressione: per quanto ancora ha intenzione di vivere a casa sua? Per fortuna Mina ha un gruppo di amiche fidate, Irene e Titti, con cui passa momenti di svago alla fine delle sue lunghissime giornate. Le tre si sostengono nei momenti difficili, si raccontano e condividono segreti, anche se una di loro qualche segreto, in verità, lo nasconde bene. Una nuova serie dai toni brillanti che, con il giusto mix di commedia e giallo, mette in scena personaggi ricchi di umanità e luci e ombre della nostra società.

Ambientazione: Napoli

"Mina Settembre" è stato sostenuto da:
Regione Campania (POR FESR 2014/20)
Film Commission Regione Campania


Libro sul film "Mina Settembre":
"Un Telegramma da Settembre"
di Maurizio De Giovanni, 60 pp, Sellerio Editore, collana e-book, 2015
Nella Napoli splendida e disperata di Maurizio de Giovanni un giovane è conteso tra la scuola e la camorra. Dall'antologia Scuola in giallo il racconto di Maurizio de Giovanni Un telegramma da Settembre in versione e-book.

La dottoressa Gelsomina Settembre, detta Mina, lavora in un consultorio di Napoli. Quarantenne divorziata, una madre che gliene dice di tutti i colori, un collega così bello da sembrare uscito da una fiction pomeridiana sugli ospedali, il portiere dello stabile che non toglie mai lo sguardo dal suo seno, l’unica caratteristica davvero memorabile della sua persona.
Mina Settembre ha faticato per anni, eppure le sembra di non aver raggiunto nulla. La madre di un ragazzino che da mesi non si presenta a scuola (e ha di meglio da fare), riassume in poche parole, crudeli ma veraci, tutto il suo destino: «Quanto ci avete messo, dottore’? Quanto avete dovuto studiare, per arrivare ad avere una targhetta così? Ventidue, ventiquattro anni? Per avere questo bell’ufficio, in mezzo ai Quartieri Spagnoli, in un palazzo che se ne sta cadendo, con l’ascensore rotto?».
E invece non è detta l’ultima parola…

prezzo di copertina: 2,99


Libro sul film "Mina Settembre":
"Un Giorno di Settembre a Natale"
di Maurizio De Giovanni, 55 pp, Sellerio Editore, collana e-book:, 2019
Nasce con questo racconto Mina Settembre, assistente sociale che lavora in un consultorio dei Quartieri Spagnoli di Napoli nata dalla fantasia di Maurizio de Giovanni. Dotata di una straordinaria sensibilità e determinata a proteggere i deboli dalle prevaricazioni non si sottrae mai alle richieste d'aiuto, neppure se è costretta a fronteggiare la temuta famiglia che governa mezza città. Dall’antologia Regalo di Natale, pubblicata nella collana «La memoria» nel 2013, il racconto Un giorno di Settembre a Natale in versione ebook.

Gelsomina Settembre, assistente sociale che lavora in un consultorio dei Quartieri Spagnoli di Napoli, fa qui la sua prima apparizione. Quarantadue anni ben portati, divisa tra un ex marito ancora innamorato di lei, una madre che non le risparmia critiche e un collega troppo timido per corteggiarla, Mina è dotata di una straordinaria sensibilità sociale ed è determinata a proteggere i deboli dalle prevaricazioni. È per questo che anche la vigilia di Natale è scrupolosamente nel suo ufficio, «quel buco cadente in un palazzo cadente in un vicolo cadente».
A bussare alla sua porta è una prostituta d’alto livello, in cui mai Mina avrebbe potuto riconoscere la piccola Nanninella, «una bambina del Bronx, come gli stessi abitanti chiamavano il terribile quartiere devastato dallo spaccio», che aveva aiutato anni addietro a prendere il diploma nonostante il terribile degrado in cui era costretta a vivere. Un motivo in più per non sottrarsi alla disperata richiesta d’aiuto della giovane, anche se la questione, piuttosto delicata, coinvolge i Luongo, la temuta «famiglia che governava il quartiere e mezza città», e anche se per aiutarla è costretta a contravvenire ad una serie di regole e magari a commettere qualche reato.
Ma si vede subito, Mina Settembre ha un cuore grande e un senso della giustizia tutto suo, e i lettori impareranno a conoscerla e ad amarla proprio per questo.

prezzo di copertina: 2,99


Video


Foto